Maverick Vinales: “La posteriore dà problemi dopo 1 giro”

Maverick Vinales (Getty Images)

Maverick Vinales è decisamente deluso alla fine delle qualifiche del Gran Premio di Catalunya. Il pilota spagnolo qui si sente a casa e proprio per questo ci teneva particolarmente a fare bella figura, ma purtroppo la sua Yamaha sembra ripresentargli dinanzi gli stessi fantasmi visti a Jerez. La moto del team di Iwata, infatti, sembra soffrire i tracciati a basso grip con temperature elevate.

Come riportato da “Speedweek.com”, Maverick Vinales ha così dichiarato: “Non so da dove arrivano tutti questi problemi, è la stessa domanda che mi pongo ogni volta anche io senza trovare risposta. Abbiamo fatto del nostro meglio, abbiamo lavorato tanto sulla moto, ma continua a scivolare molto e a perdere di potenza in curva. La ruota anteriore va bene, ma quella posteriore non va bene. Appena faccio un giro veloce vibra tutto”.

Vinales sorpreso dalle prestazioni di Pedrosa

Poi ancora ha proseguito Maverick Vinales: “In fondo è positivo, che il mio primo avversario in classifica parta solo 7°. Spero domani che la situazioni migliori. A Jerez il problema era all’anteriore, ma al posteriore andava bene. Questa è la prima volta che mi trovo con poco grip al posteriore. Di solito la nostra moto è stabile, ma qui è il contrario. Non voglio parlare di gomme, dico solo che dobbiamo migliorare”.

Un passaggio anche su Dani Pedrosa: “Io non capisco perché al Mugello era 12°. Credo sia proprio strano. Ho visto, invece, che Marc ha grossi problemi. Oggi è caduto 4 volte. Con le gomme medie al posteriore è terribile. Dopo un giro devo già ridurre la velocità”.

Chiusura poi su Luis Salom per Maverick Vinales: “Per me è difficile dimenticare Luis. Volevo un casco per ricordarlo. Il suo nome è sempre da qualche parte su di me. Aldo Drudi mi ha aiutato tantissimo. Ho deciso solo due giorni prima dell’inizio del weekend di fare questa cosa. Credo sia bello poter ricordare e onorare Luis”.

Antonio Russo