MotoGP, Valentino Rossi: “Seconda posizione non lontana”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Non è stato un venerdì di prove libere facile per Valentino Rossi al Montmelò. Al mattino, complice la pista umida, il Dottore ha preferito non prendere rischi ed ha chiuso solo 16°. Nel pomeriggio è andata meglio ed è riuscito ad entrare in top 10, concludendo la FP2 al 10° posto.

La pista catalana ha poco grip e dunque la Yamaha fa più fatica rispetto che in altre piste. E’ vero che un anno fa proprio lì il nove volte campione del mondo vinse la sua ultima gara, però la M1 è cambiata e dunque serve trovare la soluzione migliore per essere efficaci sul tracciato. Il team sta lavorando per metterlo nelle condizioni ideali, anche se non è facile. Il suo compagno Maverick Vinales ha concluso il secondo turno addirittura 17° a causa di una gomma media che non dà fiducia e ha poco grip.

Valentino Rossi dopo le prove libere di Barcellona

Valentino Rossi al termine della giornata ha espresso le proprie sensazioni. Queste le sue parole riprese da Speedweek: “E ‘stato un peccato che nella FP1 la pista stamattina fosse umida, quindi la prima sessione è stata una perdita di tempo. Un peccato, perché a differenza di Honda e Ducati non siamo stati qui durante i test privati. Dobbiamo fare molto lavoro e abbiamo poco tempo. La FP2 è stata l’unica prova significativa. Francamente, la mia prestazione nel pomeriggio era tutt’altro che fantastica. Ma il mio passo con gomme da gara era buono. Abbiamo fatto alcune modifiche”.

Il pilota numero 46 della Yamaha crede che ci siano dei piloti con un passo migliore al momento, però sa di avere ancora tempo per sistemare le cose domani: “Credo che Marquez, Lorenzo e Dovi hanno un migliore ritmo gara rispetto a me. Non ho guidato in modo ottimale con la gomma posteriore morbida. Comunque, possiamo ancora fare progressi domani per la qualifica. Sono solo decimo ora, quindi mi aspetto un miglioramento. La seconda posizione non è lontana. Solo 0,4 secondi”

Rossi conta di poter fare un progresso importante in vista della terza sessione di prove libere e poi delle qualifiche. “La FP3 sarà di nuovo una dura lotta. Il nostro obiettivo sarà non finire fuori dalla top 10 per andare direttamente in Q2. Questo sarà molto importante. E nella FP4 dobbiamo pensare a selezionare la gomma da gara giusta per noi”.

Ma Valentino non ha neppure mancato di esprimere una critica per quanto riguarda il nuovo layout della pista e nello specifico la nuova chicane introdotta: “E’ brutta e pericolosa. Spero che tutti i piloti siano d’accordo per fare quella dell’anno scorso, anche perché ci avevano detto provatela e poi ne discutiamo in safety commission”.