Danilo Petrucci: “Mi aspettavo Valentino più veloce”

Danilo Petrucci (©Getty Images)

Il secondo podio in MotoGP di Danilo Petrucci ha infervorato la fiducia del box Ducati. Il pilota umbro ha potuto festeggiare un grande risultato davanti al pubblico di casa, piazzandosi davanti ad un Valentino Rossi non in perfetta forma dopo l’infortunio della settimana precedente in motocross. Una giornata da incorniciare per Petrux che adesso è alla caccia di nuovi grandi risultati.

Dopo il podio di Silverstone nel 2015 il pilota del team Pramac Racing splende anche sull’asciutto. A dimostrazione che quando la moto c’è lui è sempre pronto ad assestare la zampata vincente, a meritarsi una moto ufficiale. Hatagliato il il traguardo ad appena 2,334 secondi dietro il vincitore Andrea Dovizioso. Il secondo pilota ufficiale, la stella Jorge Lorenzo, era quasi dodici secondi dietro.

“Con la moto attuale si deve dare sempre il cento per cento e finora solo Dovi è stato costante e più veloce di noi. Lorenzo non è costante, dato che spesso ha problemi con la parte anteriore – riporta Speedweek.com -. Ma Dovi è sempre forte, conosce la moto molto bene. Sono soddisfatto del mio terzo posto, perché questa è la prova della mia velocità. E mi fa essere fiducioso per la prossima gara”.

Impossibile dimenticare il sorpasso a Valentino Rossi al Mugello, il passaggio sotto la tribuna del popolo giallo che ha applaudito il pilota italiano. “Volevano uccidermi di sicuro – ha scherzato -. E’ stato molto difficile sorpassarlo. Mi aspettavo che fosse più veloce, perché di solito è sempre velocissimo negli ultimi giri di nuovo gas. Così sono andato al limite e mi sono detto: ‘Sei sicuro di voler il podio, ma per fare questo devi arrivare al traguardo per primo. Non è così facile con Valentino nella parte posteriore. Ma ho dato tutto”.