Catalunya, Galbusera: “Il nuovo layout favorevole alla Honda”

Silvano Galbusera nel box Yamaha (©Getty Images)

La MotoGP sbarca al Montmelò dove un anno fa ha perso la vita Luis Salom durante le prove libere. Dal prossimo week-end il circuito presenterà un nuovo layout con l’eliminazione della curva 13, luogo dell’incidente mortale. Una chicane separerà la curva dall’ingresso al traguardo, con la storica curva 14 che ora diventa numero 16.

Mesi fa la Federazione Internazionale Motociclistica ha chiesto che alla curva 10 venga usato il layout della Formula 1 mentre dopo la 13 verrà inserita una chicane. Complessivamente il tracciato diventerà leggermente più corto (4652m). Una modifica all’insegna della sicurezza: là dove si potevano raggiungere i 150 km/h in curva si avrà una chicane lenta, nonostante la FIM abbia esonerato il circuito da responsabilità sul’incidente.

Le modifiche generano opinioni differenti nel mondo della MotoGP. Silvano Galbusera, capotecnico di Valentino Rossi, vede vantaggi per il suo rivale: “L’ultima settore può essere un po’ critico. Abbiamo bisogno di concentrarci su di esso, senza perdere parte della nostra prestazione, perché sappiamo che la Honda è un po’ più veloce nelle curve strette e chiuse. Invece la Yamaha è un po’ più veloce nelle curve più lunghe”.

Valentino Rossi ha approvato le nuove modifiche al circuito che gli ha regalato ben sette vittorie in classe regina: “Amo Barcellona, mi piace molto il circuito anche con il nuovo percorso”. Di parere diverso, invece, l’ex compagno di squadra Jorge Lorenzo: “Ha perso un sacco di fascino il Montmeló. Sembra quasi una pista di kart, è molto lenta per la MotoGP. Favorisce più moto Honda che sono molto maneggevole e ci toglieranno circa 2-3 decimi, noi e Yamaha avremo difficoltà”.