Valentino a secco da un anno. In Catalunya passa il treno iridato

Valentino Rossi ( Getty Images)

Un anno senza vittorie per Valentino Rossi. Uno dei piloti certamente più costanti, ma il gradino più alto del podio manca dal GP di Catalunya del 5 giugno 2016. Da allora fino ad oggi ha messo in cassaforte nove podi: a Brno, a Silverstone, a Misano, ad Aragon, a Phillip Island e Sepang l’anno scorso. Quest’anno ha iniziato il campionato con tre podi consecutivi, poi la gara tutta in salita di Jerez, la caduta di Le Mans mentre era in lotta per la vittoria, infine il 4° posto del Mugello in condizioni fisiche precarie.

Sempre al vertice, come un cane da fiuto in costante ricerca del podio. Ci riesce quasi sempre, ma troppe volte è mancata la vittoria. Per un campione che punta al sogno del decimo titolo mondiale il podio più alto dovrà tornare all’ordine del giorno. Dal GP di Catalunya 2016 ad oggi ci sono stati ben otto vincitori diversi, ma tra questi non c’è il Dottore. Da allora Marc Marquez ha vinto quattro volte, altrettante Maverick Vinales, due volte Cal Crutchlow, Dani Pedrosa e Andrea Dovizioso. Una vittoria a testa per Jorge Lorenzo, Jack Miller e Andrea Iannone.

Tra i big il nome di Valentino Rossi manca da troppo tempo e l’infortunio rimediato durante un allenamento in motocross due settimane fa complica la situazione. A otto giri dal traguardo del GP d’Italia il campione di Tavullia non aveva abbastanza energie per continuare a livelli sostenuti. Tra pochi giorni si torna in Catalunya, sfortunatamente per lui senza la consueta pausa in calendario. Arriverà al Montmelò non ancora in perfetta forma fisica, con Maverick Vinales che potrebbe approfittarne per tagliare un tagliando iridato in caso di vittoria.

Serve una pronta ed energica reazione per ambire al titolo mondiale, fare i conti con piloti giovani e velocissimi, trovare sempre in tempo il giusto set-up per la M1 su ogni circuito. Un’impresa ai limiti dell’impossibile. Prossimo obiettivo sarà il GP di Barcellona, là dove ha conquistato la sua ultima vittoria. Da qui passa il treno per il decimo sigillo in carriera.

“Mi sarebbe piaciuto salire sul podio al Mugello – ha affermato Valentino Rossi -, è un risultato un po’ deludente, ma considerando le mie condizioni nei giorni scorsi questo è stato un ‘regalo’. Ora bisogna cercare di recuperare per arrivare in forma al GP di Catalunya, un’altra tappa importante”.

Luigi Ciamburro