Bernie Ecclestone: vittoria Vettel per ordine di scuderia

Bernie Ecclestone (©Getty Images)

Bernie Ecclestone è stato messo da parte dai nuovi proprietari della Formula 1. Ma dopo decenni nel mondo del Circus l’ex boss non riesce a stare lontano dal suo vecchi mondo, sia in tv che dal vivo. Ha ammirato la doppia vittoria Ferrari a Monaco e con il suo solito dire cinico propende per l’ipotesi dell’ordine di scuderia, al fine di garantire la vittoria a Sebastian Vettel.

Un’ipotesi tanto dibattuta, ma scartata perfino dai vertici Mercedes. Su un circuito dove è difficilissimo superare l’avversario secondo Bernie Ecclestone il pit stop è stato studiato a tavolino, o meglio nel box. “Quando Raikkonen ha vinto la partenza contro Vettel, ho detto ai miei ospiti che le due Ferrari non avrebbero concluso così la gara. E così è stato”.

A quanto pare l’ex patron della F1 ha cambiato la sua opinione sul potenziale campione del mondo. Prima della stagione, il manager britannico aveva dichiarato che Lewis Hamilton sarebbe diventato campione per la quarta volta. Il pilota della Mercedes adesso lamenta un gap di 25 punti dietro a Vettel. “La Ferrari ha ora la macchina migliore, fa un’impressione molto forte. Alla Mercedes bisogna stare attenti”, ha detto Ecclestone.

Le gare sembrano diventate più emozionanti dall’inizio della stagione. Merito delle nuove monoposto e dei pneumatici più larghi. Ma secondo Mister E. la situazione è cambiata di poco.  “Alla fine vincono sempre le stesse tre squadre”. Dopo l’ingresso di Liberty Media la sua vita è in parte cambiata, ma l’86enne britannico continua a lavorare come se ne avesse la metà. “Vado presto nel mio ufficio e spesso finisco molto tardi”. Ma con la moglie Fabiana viaggia molto spesso, “non siamo più dipendenti dal giorno della gara. Ma ora sono un acuto osservatore”.