Beltramo: “Mugello, riscossa Ducati. Rossi ha salvato il salvabile”

Andrea Dovizioso, Maverick Vinales, Valentino Rossi e Danilo Petrucci (©Getty Images)

Il Gran Premio d’Italia 2017 ha visto trionfare per la prima volta la Ducati in questa stagione. Andrea Dovizioso ha messo se stesso e la moto italiana davanti a tutti. La gara di MotoGP al Mugello è stata stupenda e sicuramente il forlivese se la ricorderà a lungo.

E’ stata la terza vittoria nella classe regina per il pilota 31enne. Adesso è secondo nella classifica mondiale, dietro a Maverick Vinales, giunto in seconda piazza domenica. Ci sono 26 punti tra loro. Non tantissimi, se consideriamo che siamo solamente all’inizio del campionato. Però adesso a Dovi e alla Ducati serve stare costantemente davanti, a lottare per vittorie e podi. Quello del Mugello non può rimanere un caso isolato. Vedremo a Barcellona, nel prossimo weekend, cosa accadrà.

Paolo Beltramo elogia Andrea Dovizioso e Ducati

Paolo Beltramo, noto giornalista che si occupa da tanti anni di motociclismo, nella sua consueta analisi su RedBull.com ha commentato il trionfo ducatista di domenica al Mugello. Queste le sue parole: “Finalmente è arrivata la riscossa Ducati che con Andrea Dovizioso ha messo dietro tutti con forza, classe, determinazione, nonostante avesse saltato il warm-up per un problema di stomaco. Una prova splendida quella del Dovi, ma anche in generale quella della Ducati che piazza anche Danilo Petrucci al terzo posto e Alvaro Bautista al 5°”.

La Ducati nel Gran Premio d’Italia 2017 MotoGP ha piazzato cinque piloti nei primi 9, con Jorge Lorenzo 8° davanti a Michele Pirro. Dal maiorchino, dopo la partenza super, probabilmente ci si attendeva di più. Ma è giusto celebrare Andrea Dovizioso, su cui Beltramo aggiunge: “Un pilota che aveva soltanto bisogno di credere più in se stesso per lottare là davanti. Ora è secondo nel Mondiale”.

Paolo Beltramo su Valentino Rossi

Due italiani sul podio al Mugello, Dovizioso e Petrucci, ma sarebbe stato bello vederne un terzo. Quel Valentino Rossi che per metà gara sembrava potercela fare e che invece poi ha dovuto mollare. La fatica e qualche dolore fisico dovuti all’infortunio in motocross si sono fatti sentire. Per lui è stato impossibile fare di più di un quarto posto, che comunque lo mantiene terzo in classifica davanti a Marc Marquez.

Beltramo sul ‘Dottore’ si è così espresso: “Otto giorni prima della gara è caduto allenandosi in motocross e i medici dell’ospedale di Rimini che l’avevano visitato dicevano che sarebbe stato difficile vederlo in pista al Mugello. Invece non soltanto ha corso, ma pure quasi al suo massimo: un calo finale dopo una settimana senza allenamenti ci sta, ma la voglia e la grinta sono state quelle dei giorni migliori. Per gran parte della corsa ha lottato per vincere, poi ha chiuso a due secondi e mezzo (mica 10) da Viñales, suo compagno, riferimento e stimolo. Ha salvato il salvabile portando a casa 13 punti utili. Sperando che per Barcellona (dove l’anno sorso vinse) il fisico sia a posto: le preoccupazioni al momento sono per il grip dell’asfalto catalano”.

In Catalogna, dove il grip è più scarso, potrebbero esserci maggiori difficoltà per la Yamaha e potremmo vedere delle Honda nuovamente protagoniste. Però adesso è presto per ogni previsione. Serve attendere venerdì e le prime prove libere sul tracciato di Montmelò.