Fernando Alonso: “Ansioso di tornare in F1”

Fernando Alonso (©Getty Images)

Superato lo scoramento per il ko dovuto al motore in una 500 Miglia di Indianapolis di fine maggio condotta per quasi 30 giri, Fernando Alonso è ormai pronto a ributtarsi nella bolgia del Circus. Terz’ultimo della generale piloti davanti soltanto ad Antonio Giovinazzi e al compagno di McLaren Stoffel Vandoorne l’asturiano, fermo a zero punti, spera di raccogliere anche un misero bottino in quel del Gilles Villeneuve domenica prossima.

“L’esperienza in Indy è stata incredibile e mi è piaciuto moltissimo apprendere uno stile di guida totalmente diverso da quello a cui sono abituato, su un genere di circuito e monoposto differenti”. Le parole dell’iberico. “Tuttavia è arrivato il tempo di tornare al mio lavoro e alle gare di F1. Ho sempre amato il GP del Canada. Il tracciato è unico ed è esigente sia per i piloti, sia per i mezzi. Insomma è una pista per veri “racer”.

” Quando ero nell’Indiana i ragazzi da Monaco mi hanno riportato di un buon feedback in termini di aggiornamenti e affidabilità della MCL32, per cui spero si possa assistere ad uno step ulteriore”. Ha sottolineato il due volte iridato, confortato dai riscontri di Vandoorne e Button. “Il layout non premia la potenza, se non sul rettilineo, e malgrado non sia adatto alla nostra macchina come la lenta e tortuosa Montecarlo sono ansioso di rimettermi al volante”.

“A quanto pare dovrebbero esserci delle altre novità sulla power unit. Vedremo se sarà così. Per ora le sensazioni sono di una chance di progresso a breve, anche se non immediata”. Ha quindi aggiunto Alonso non nascondendo il proprio ottimismo. Infine su un futuro ingaggio a Le Mans ha riferito: “Di certo rappresenta uno dei miei desideri, ma non so quando accadrà. Sin da quando ero bambino sognavo di essere coinvolto in tre competizioni: la F1, la 500 Miglia e la 24 Ore della Sarthe”.

Chiara Rainis