La forza del Mugello: Valentino Rossi credici!

Valentino Rossi (Getty Images)

Tutto bloccato verso il Mugello, la marcia degli oltre 100mila sta per riversarsi nell’autodromo toscano. Il 90% è arrivato per sostenere Valentino Rossi, risorto dalla polvere di Cavallara alla prima fila del GP d’Italia. Tifosi assiepati sulle colline circostanti sin dal venerdì sera, per divertirsi e per sostenere la leggenda del MotoGP.

Mai come quest’anno avrà bisogno del calore del popolo giallo, per mettere a tacere gli ultimi dolori e dare quella marcia in più contro un frenetico Maverick Vinales. Lo spagnolo di Figueres sembra destinato ad aprire una nuova era negli annali del Motomondiale. Serve tutta l’esperienza e un pizzico di fortuna per vincere al Mugello.

“Ho avuto una settimana difficile alle spalle – ha ammesso Valentino Rossi -. Gli ultimi giorni sono stati molto duri. martedì scorso, ho ancora pensato che fosse impossibile prendere parte alla gara qui, ero molto triste. Sono venuto al Mugello nella notte di mercoledì, da allora ho fatto progressi di salute ogni giorno”.

Il venerdì del Mugello lasciava presagire il peggio, con entrambe le sessioni di prove libere a dir poco deludenti. Fuori dalla top-10, la Q2 sembrava un miraggio. Poi la riscossa nella FP3, la riconferma nella FP4 (nonostante la caduta), il grande piazzamento nelle qualifiche. “Non ho alcun dolore durante la guida, questo è molto importante. Ma i 23 giri saranno più difficili del solito per me”.

Occhio non solo a Vinales, ma anche alle Ducati e alle due Honda ufficiali. Senza dimenticare quella scheggia impazzita di Johann Zarco, il più veloce nella FP4, anche se oggi partirà soltanto dalla quarta fila. Valentino Rossi dovrà far leva sul pubblico per agguantare quella vittoria che manca da un anno esatto.

“Sono fortunato perché in tutto il mondo ho un sacco di fan, ma qui in Italia è davvero speciale. Il Mugello è anche più speciale per la topografia delle colline intorno alla pista, quando si guida si può vedere la seguaci. Ci aspettiamo un sacco di gente – ha concluso Valentino Rossi -. Di sicuro è un grande piacere e una motivazione in più per dare il massimo”.

Luigi Ciamburro