Maverick Vinales: “Siamo troppi ad avere un buon passo”

Maverick Vinales (Getty Images)

Maverick Vinales è decisamente il pilota del momento. Eppure guardando l’andamento del campionato tutto questo tutto sembrava tranne che scontato. Lo spagnolo aveva cominciato la pre-season volando in tutti i test e venendo designato da tutti come l’uomo più papabile per il titolo. Poi però la carta ha lasciato spazio alla pista e alle gare e lì è stata tutta un’altra storia.

In Qatar Vinales ha colto subito un successo, ma non senza problemi, visto che Rossi e Dovizioso gli hanno dato filo da torcere sino all’ultimo giro. Più facile, invece, in Argentina dove la caduta di Marc Marquez gli ha spalancato le porte della vittoria. Poi però ad Austin il disastro. La partenza non è un granché, lui cade e il compagno di squadra Rossi si prende il 3° podio di fila, ma soprattutto la testa della classifica iridata.

Vinales sta bene sulla moto

A Jerez arriva il disastro Yamaha, tutte le moto del team di Iwata vanno in difficoltà e a fine gara Maverick Vinales chiude 6°. A Le Mans, infine è arrivato forse il vero capolavoro della stagione dello spagnolo sinora. A poche tornate dal traguardo viene preso e sorpassato da Rossi, sembra il colpo del game over, ma l’ex Suzuki, complice anche due errori del Dottore si riprende vittoria e testa della classifica mondiale.

Ora arriva il Mugello dove Maverick Vinales scatterà dalla pole. Come riportato da “Sky Sport”, lo spagnolo ha così dichiarato: “Personalmente mi sentivo molto bene sulla moto e ho fatto un bel giro. Quando si fa un giro così si deve pensare, ma non troppo, si deve pensare a staccare o ad aprire il gas, ma non troppo altrimenti si chiude un po’, soprattutto sull’Arrabbiata dove sono caduto”.

Maverick Vinales ha poi continuato: “Oggi ho fatto l’Arrabbiata molto più veloce di ieri, però in ogni caso mi sento bene, volevo ringraziare il team che ha fatto un lavoro incredibile questo pomeriggio. Secondo me siamo troppi che abbiamo un bel passo. Domani mattina dobbiamo ancora lavorare per fare un ulteriore step e vediamo così se riusciamo a vincere”.

Infine, chiusura sul suo stato di salute dopo la caduta: “Ho delle escoriazioni sull’avambraccio sinistro. In ogni caso mi hanno controllato e credo che per domani non ci dovrebbero essere grossi problemi”.

Antonio Russo