Marc Marquez: “Non ho fatto una buona qualifica”

Marc Marquez (©Getty Images)

Sperava in un risultato migliore ed invece Marc Márquez ha chiuso le qualifiche valide per lo schieramento del GP del Mugello soltanto al sesto posto. E seppur al termine della giornata Cabroncito ha provato a filosofeggiare con un “può capitare che qualche volta vada male”, il rammarico è tanto.

“Semplicemente non ho fatto un buon Q2. Mi sentivo abbastanza bene, però anche oggi ho sofferto in accelerazione”. Ha riconosciuto il pilota Honda. “Ad un certo punto ho tentato di prendere la scia di Johann Zarco, ma ero troppo vicino e non ha funzionato. Insomma, ho fatto un errore di calcolo. Ciò che mi conforta è che come passo gara non sono messo male. Scattare così indietro sarà un po’ più rischioso, quindi dovrò innanzitutto partire bene e cercare di fare a dovere le prime tornate”.

Parlando poi delle gomme che utilizzerà per la gara l’iberico ha svelato. “La mescola morbida è davvero troppo soffice, per cui non penso che qualcuno la sceglierà. Diciamo che sulla distanza è il posteriore a giocare il ruolo principale. Ho notato che le medie vanno meglio, però calano molto, dunque valuteremo a seconda delle temperature di domani”.

A proposito invece degli avversari Marc Marquez ha così analizzato: “Se leggiamo la classifica Vinales, Rossi, Dovizioso e Pedrosa sono i più competitivi. E in effetti qui le Yamaha vanno piuttosto forte. La M1 è ben bilanciata e riesce a trarre vantaggio quando si è con il gas aperto. In particolare Maverick mi sembra veramente in forma, quindi non mi sorprenderebbe vederlo vincere”.

“Per quanto mi riguarda molto dipenderà dagli eventuali problemi che avrò. Come dichiarato ieri, su un tracciato del genere salire sul podio sarebbe già un risultato soddisfacente. La lotta per il successo è possibile, però dovrebbe quadrare tutto alla perfezione”. Ha concluso il centauro di Cervera.

Chiara Rainis