Andrea Iannone: “Al Mugello avremo grandi problemi”

Andrea Iannone (©Getty Images)

Andrea Iannone conserva bei ricordi in quel del Mugello. Due vittorie in Moto2 (2010 e 2012) e due podi con Ducati nelle ultime due edizioni in MotoGP. Ma quest’anno il tracciato toscano potrebbe non essere altrettanto dolce per il pilota di Vasto. Suzuki deve ancora risolvere molti dei suoi problemi e il distacco dal gruppo di vertice è ancora sostanzioso.

Nelle prime cinque gare The Maniac ha collezionato solo 15 punti, comprensivi di due ritiri in Qatar e Spagna. Nessun buon auspicio in vista della gara di casa, l’unica marcia in più sarò il calore del pubblico di casa. “Per me questo è certamente un posto molto speciale. Ma quest’anno vengo con problemi più grandi per questa gara – ha spiegato Andrea Iannone -. Qui si deve sentire al cento per cento sulla moto, altrimenti nella classe MotoGP diventa un grosso problema. Ma farò del mio meglio e lavoreremo sodo con la mia squadra. Vogliamo rimanere molto vicino ai leader”.

Ma bisogna risolvere i problemi sulla GSX, a cominciare dalla frenata, uno dei classici punti di forza del rider abruzzese. “Il problema più grande è solo il mio feeling con la moto. Questo è sicuro. Credo che abbiamo capito in che direzione dobbiamo andare, ma è molto difficile sradicare le nostre debolezze durante i weekend di gara. Dobbiamo aspettare le nuove componenti dal Giappone – ha sottolineato Andrea Iannone -. In due o tre gare abbiamo una buona possibilità di migliorare. Al momento, cerchiamo semplicemente il meglio con questa moto. Questo percorso è a mio parere non è male per noi. Spero in una buona gara per noi. Voglio finire la gara tra i primi cinque o sei”.