Valentino Rossi attende l’ok del Mugello. Venerdì l’esame finale

Valentino Rossi (Getty Images)

E’ il giorno della verità per Valentino Rossi. Dopo la caduta in allenamento sul tracciato di Cavallara e il ricovero in ospedale la sua partecipazione al GP del Mugello è in dubbio. Il pesarese ha ammesso di avvertire ancora dolori al torace e all’addome. Impossibile confermare la sua presenza al 100% per adesso.

Oltre al comunicato ufficiale Yamaha diramato mercoledì il Dottore è intervenuto ai microfoni di Radio Deejay. “Giovedì avrò l’ok dei dottori, ma venerdì dovrò vedere come risponde il mio fisico sulla moto… Sto migliorando giorno dopo giorno – ha detto Valentino Rossi ad Albertino – ma ho dato una bella botta. E’ stata molto dolorosa. Sono stato in ospedale a Rimini e ringrazio tutti quelli che mi hanno accudito”.

Il recupero di questi giorni si è basato sul completo riposo a letto, ha eseguito degli esami ai polmoni che hanno dato esito positivo, poi un po’ di riabilitazione. Adesso arriva la prova del nove: “Bisogna vedere cosa dice la moto, devo provare a guidare, vedere se mi dà fastidio qualcosa in particolare e se riesco a guidare bene. Non sono al 100% – ha ammesso il pilota Yamaha – ma c’è ancora un po’ di tempo per recuperare”.

Il Mugello è la gara più importante per il campione di Tavullia, lo show di casa dove mancare sarebbe un duro colpo nello stomaco. “Tutte le gare sono importanti, ma questa di più, quindi bisogna esserci. Ma per esserci bisogna stare bene, per guidare queste moto bisogna essere molto in forma. Il Mugello è una pista molto fisica, farà molto caldo… ma mi sento bene”.

Oggi avrà il primo ok dei dottori, poi bisognerà provare venerdì in pista. Ancora 24 ore per poter smaltire i dolori e arrivare alle qualifiche del sabato nelle migliori condizioni fisiche. Ma perchè ha deciso di saltare la conferenza stampa del giovedì? Una risposta arriva dalla Dorna: “Valentino ridurrà al minimo i suoi impegni durante il fine settimana per concentrarsi sul suo GP di casa dopo l’incidente in allenamento”. Adesso il primo nulla osta passerà per le mani del dott. Remo Barbagli, responsabile dei servizi medici del circuito del Mugello. Domani sarà Rossi a dare la risposta che tutti attendono.

Luigi Ciamburro