Niki Lauda: “Se Vettel non si ritira addio Mondiale”

Niki Lauda (©Getty Images)

Dopo sei gare impossibile fare previsioni sul Mondiale di Formula 1. Ma sicuramente Mercedes non avrà vita facile come nei tre anni precedenti. Addio Gran Premi monotematici, con le due Frecce d’Argento avanti e gli avversari dietro a giocarsi un altro campionato. La Scuderia Ferrari è tornata alla ribalta e comanda la classifica piloti e costruttori.

In casa Mercedes risuona un campanello d’allarme. Niki Lauda non usa mezze misure dopo la disfatta di Monte Carlo. “Dobbiamo trovare una soluzione per far funzionare i pneumatici, questa è una cosa è certa. Se Vettel non si ritirs, almeno una volta, il campionato è segnato”, ha detto il presidente non esecutivo del team Mercedes. “Ferrari è su un buon ritmo in questo momento. Se le cose rimangono come sono, il divario diventerà allarmante!”:

Nel campionato costruttori, la Scuderia del Cavallino ha un vantaggio di 17 punti su Mercedes, mentre Sebastian è a +25 su Lewis Hamilton. Numeri che mettono un certo nervosismo nel team anglo-tedesco, ancora abituato a predominare in lungo e in largo. Serve una reazione istantanea già a partire dal prossimo appuntamento in Canada, dove le Mercedes hanno sempre brillato.

Serve anche un ulteriore step da parte degli ingegneri di Brackley. Lewis Hamilton non concorda sulle gomme come unico problema da risolvere. ““Mi pare ovvio che io non sia contento della vettura, credo sia la più difficile che abbia mai guidato. Non voglio dire che non sia la migliore, ma rende difficile a volte fare la differenza come è avvenuto in questo fine settimana”, ha detto dopo il GP di Monaco.