Andrea Dovizioso: “Problemi dopo le restrizioni a Ducati”

photo Twitter

Andrea Dovizioso e Ducati sono chiamati all’appello del Mugello. Buona parte dei tifosi italiani saranno dalla loro parte, la parola d’ordine sarà vietato fallire. Dopo due giorni di test a Barcellona non ci sono grandi novità per la Desmosedici, ma la MotoGP è in continua evoluzione, gomme Michelin permettendo.

Nel week-end esordirà l’anteriore con carcassa più dura, però i cambiamenti previsti saranno minimi se non nulli. ” Si è parlato tanto di queste due gomme, ma secondo me si è fatto tanto casino per niente”. Il fattore campo potrebbe giocare a favore del Dovi. Il suo miglior risultato è stato il secondo posto nel 2011. “Come tutti sanno, questa gara è importante per tutti, ma per noi in particolare. C’è qualcosa di speciale e molto importante per Ducati. L’anno scorso, il divario con il vincitore è stato piuttosto basso. Pertanto, credo che possiamo ottenere un buon inizio di weekend”.

In questo campionato le gomme Michelin sembrano dettare gli equilibri in pista, ogni gara è storia a sè, ma qui la pressione nel box Ducati è più alta del solito. E la GP17 è alle prese ancora con la risoluzione di vari problemi dopo l’addio alle alette che hanno fatto perdere quel plus sul rettilineo che l’anno scorso faceva paura a tutti gli avversari. “Dobbiamo ancora fare i conti con alcune restrizioni imposte sulla nostra moto. I nostri avversari sono molto forti e hanno moto molto valide. E ‘molto difficile, perché tutti sono molto vicini tra loro”.