Toto Wolff: “Vettel si è meritato il successo”

Toto Wolff (©Getty Images)

I mormorii del paddock del dopo GP di Montecarlo sono ruotati tutti attorno ad un unico quesito. Se Sebastian Vettel avrebbe vinto ugualmente se fosse entrato al box per il cambio gomme quando, a quanto pare, pattuito prima del via, ossia appena un giro dopo Raikkonen, fino a quel momento al comando della corsa.

A fornire una risposta ci ha provato anche il boss Mercedes Toto Wolff, che si è mostrato scettico davanti all’ipotesi di una mossa strategica del muretto Ferrari ai danni di Iceman, quando ho lasciato proseguire il tedesco per altre cinque tornate. “Non era chiaro come si sarebbero comportate le gomme. Dunque era importante che uno dei due piloti rientrasse per montare le supersoft”. Ha dichiarato l’austriaco. “Ed infatti le coperture rosse non si sono rilevate abbastanza veloci. E Seb è stato capace di inanellare giri incredibili su ultrasoft usate, il che gli ha dato l’opportunità di passare Kimi”.

“Insomma, non credo che fosse qualcosa di atteso. Alla fine è arrivato il risultato migliore sia per il team, sia per la classifica piloti. Ma non è stato orchestrato dal box”. Ha proseguito nella strana difesa delle scelte del Cavallino. “Diciamo che si sono trovati nella situazione vissuta da noi in passato, quando dovevamo giustificare i motivi per cui era arrivato primo chi avrebbe dovuto”.

In seguito parlando più in generale l’ex driver di Vienna ha ammesso: “Si sono meritati il successo perché disponevano della vettura più rapida. Dal punto di vista della squadra la doppietta è sempre positiva. Congratulazioni a loro, dunque”. Infine facendo un quadro dei valori della W08 Toto Wolff ha spiegato: “Abbiamo dimostrato di essere competitivi. Tuttavia in questo momento stiamo soffrendo nel portare le coperture nella giusta finestra di operatività. Nel Principato siamo un po’ mancati. Potrebbe aver influito il passo lungo, ma non è stata la ragione principale”.

Chiara Rainis