Jorge Lorenzo: “Alonso? Non sarà facile, ma sono curioso”

Jorge Lorenzo (©Getty Images)

In casa Ducati c’è un moderato ottimismo dopo gli ultimi test che si sono svolti a Barcellona, dove Andrea Dovizioso, ma soprattutto Jorge Lorenzo hanno dimostrato di aver ridotto un po’ il gap con le Honda. La Rossa di Borgo Panigale dopo il podio di Jerez è ritornata nelle retrovie a Le Mans. Il team italiano, infatti, è apparso ancora una volta lontano anni luce dalla Yamaha dopo gli ottimi progressi mostrati, invece, in Spagna.

Come riportato da “Speedweek.com”, Jorge Lorenzo a margine dei test ha parlato anche del connazionale Fernando Alonso, impegnato nella IndyCar: “Fernando è un atleta molto ambizioso e quello che ha fatto è davvero sorprendente. La sua classe e il suo talento sono impressionanti. Lui è arrivato in IndyCar senza alcuna esperienza, lì vanno a una velocità pazzesca ed è molto pericoloso. Di solito un nuovo arrivato lì difficilmente fa qualcosa di buono, ma se c’è un pilota che può vincere alla prima esperienza quello è Fernando”.

Lorenzo felice dei miglioramenti

Una vera e propria dichiarazione di stima nei confronti di Alonso: “Il suo talento è immenso, ha una concentrazione molto elevata, ha talento per tutto ciò che ha a che fare con le auto da corsa. Gli faccio i miei migliori auguri per la 500 miglia. Non sarà facile per lui, ma sono curioso di vedere in quale posizione chiuderà domenica”.

Jorge Lorenzo naturalmente ha parlato anche dei test: “La nuova gomma anteriore più rigida non risponde molto bene alle vibrazioni, ma ha una buona stabilità in frenata. Con alte temperature si comporta bene, bisogna vedere però come risponde in situazioni più fredde. So che la Ducati ha sempre avuto problemi qui, ma credo che possiamo essere competitivi su questa pista”.

Poi ha continuato: “Nell’ultimo settore abbiamo enormi problemi, lì sembra fatto su misura per Honda. Nei restanti tratti viaggiamo sugli stessi tempi, ma lì loro ci danno 3 decimi. Abbiamo provato tante piccole cose per migliorare la moto. Sono soddisfatto anche perché ho fatto tanti chilometri e il mio feeling con la moto sta migliorando”.

Antonio Russo