Casey Stoner: “Hayden c’era anche quando non ero nessuno”

Casey Stoner (©Getty Images)

Sono giorni concitati in casa Ducati, a Borgo Panigale si lavora incessantemente per ricucire l’evidente gap che permane con le Yamaha e le Honda. La Rossa è impegnata nei test di Barcellona con piloti ufficiali e collaudatori e come sempre gli occhi di tutti sono puntati su Casey Stoner. L’australiano nella sua carriera ha condiviso il box in Ducati con Nicky Hayden nel 2009 e nel 2010 e naturalmente anche lui è praticamente distrutto dalla morte dell’americano.

Come riportato da “Motorsport.com”, Casey Stoner ha così dichiarato: “Nicky lo conoscevo da prima che condividevamo il box insieme. Era disponibile, mi ha sempre dato tanto tempo, anche quando ero in 125 e in 250 e lui già correva in MotoGP. Insomma Nicky c’era anche quando non ero nessuno. Lui era sempre felice di fermarsi a chiacchierare e non aveva mai smesso di farlo”.

Hayden era amato da tutti

L’australiano ha poi raccontato della vita vissuta da compagno di box di Nicky Hayden: “Come compagno di team era eccezionale, ci siamo divertiti molto. Non smetteva mai di ridere, neanche nei momenti più duri per lui. Poi come pilota, nel giorno delle gare, era sempre pronto. Ci mancherà tantissimo, nessuno ha mai parlato male di lui. Ha sempre dato tutto nel suo lavoro ed era molto vicino alla sua famiglia. Questo diceva molto del suo carattere”.

Infine, Casey Stoner si è lasciato andare ad un ricordo: “Ho alcuni ricordati di quando si presentavano le squadre di MotoGP. Ci siamo divertiti tanto sulla neve e nei tanti eventi organizzati dagli sponsor. Abbiamo sempre apprezzato la reciproca compagnia. Questa è una perdita enorme per gli amici e i parenti, ma in generale mancherà a tutti nel paddock, perché tutti gli volevano bene”. Insomma a quanto pare Nicky Hayden era davvero amatissimo nel mondo MotoGP.

Antonio Russo