Jorge Lorenzo: “Valentino? Meglio non superare i propri limiti”

Jorge Lorenzo (©Getty Images)

Aiutato dal meteo clemente Jorge Lorenzo ha dato vita ad un bel “rimontone” nel GP di Francia. Scattato dalla deludente piazzola 16, il maiorchino ha concluso la gara in 6° piazza, complice anche la caduta di Valentino Rossi a poche curve dal traguardo.

“Considerato da dove sono partito il risultato non è male, anzi sono riuscito a gestire al meglio una situazione difficile”. Ha commentato nel post gara il pilota Ducati. “Dopo Jerez ero davvero curioso di vedere come si sarebbe comportata la moto su questo tracciato. Ricordo che senza le alette, negli ultimi anni si era dimostrata piuttosto veloce. Purtroppo l’assetto utilizzato in Spagna non ha funzionato e sull’asciutto ho accusato problemi di pattinamento, motivo per cui abbiamo dovuto intervenire sul set up. A quel punto ci è mancato il tempo per provare”.

“Alla luce di tutte queste difficoltà sapevo che sarebbe stato impossibile salire sul podio. Peccato, perché Le Mans è uno dei miei circuiti preferiti e la Desmosedici si è sempre trovata bene, ma in questa occasione ci è mancato qualcosa sia in qualifica, sia in corsa”. Ha proseguito nella sua analisi il 30enne.

Quindi guardando al prossimo round in Italia lo spagnolo ha considerato: “Il Mugello è la nostra gara di casa, dunque sarà importante fare una bella prestazione. Vedremo un po’ come andranno le due giornate di test a Barcellona. Saranno due giorni fondamentali. Lì ci concentreremo soprattutto sul nostro principale punto debole, che è l’aderenza dell’anteriore in curva. Una volta risolto questo handicap, sono certo che potremo fare passi avanti”.

In seguito sulle chance iridate Jorge Lorenzo non ha escluso nulla: “Io non mollo e infatti sto continuando a spingere  il team. Adesso mi sento molto più a mio agio con la moto e riesco a guidarla meglio. Credo che si riusciranno a risolvere facilmente un paio di problematiche, ma ciò di cui abbiamo bisogno è la performance”.

E infine una parola sul Dottore, scivolato mentre tentava di beffare Maverick Vinales. “Finora è stato un campionato pazzo, in cui si sono visti numerosi errori. Dunque lo sbaglio di Vale non sarà certo l’ultimo”. Ha affermato. “L’importante è individuare i propri limiti e non oltrepassarli”.