MotoGP Le Mans, Valentino Rossi: “Potevo fare la pole”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Valentino Rossi in grande spolvero a Le Mans. Aveva già lanciato buoni segnali nelle prove libere, ma nelle Qualifiche si è confermato. Secondo posto per il 38enne di Tavullia, a un decimo dal compagno Maverick Vinales.

La sensazione è che in ottica gara il Dottore abbia delle chance di vittoria. In Francia lui e la Yamaha si trovano molto meglio che a Jerez. La M1 con le gomme lavora bene, anche perché il grip dell’asfalto è decisamente maggiore che in Spagna. Ci sono gli ingredienti per vedere il nove volte campione del mondo protagonista in gara. E’ leader del Mondiale MotoGP 2017 e potrebbe restarci domani.

MotoGP Le Mans, Qualifiche: parla Valentino Rossi

Queste le primissime parole di Valentino Rossi ai microfoni di Sky Sport dopo le Qualifiche: “Sono contento, oggi pomeriggio primo turno sull’asciutto e sono sempre stato veloce. Abbiamo provato un po’ di gomme e cambiato delle cose rispetto a Jerez. La moto va molto meglio, complice anche l’asfalto che ha più grip. In qualifica sono riuscito a fare un giro buono, peccato perché nel primo tentativo potevo fare meglio ma ho perso tempo con Miller. Poi ho fatto un giro da solo buono e purtroppo non è bastato per la pole, ma partite secondo va comunque bene”.

In effetti il Dottore è rimasto un po’ frenato da Jack Miller nel suo penultimo tentativo. Probabilmente ha perso qualcosa, vedendo sfumare la pole position. Il numero 46 della Yamaha ha un T4 molto forte, migliore di quello di Maverick Vinales, che invece è più veloce nel T3. I due compagni partiranno affiancati domani e dovranno stare attenti a Johan Zarco, molto bravo allo start.

In seguito Rossi, sempre a Sky Sport, ha confermato le sue impressioni a caldo: “Quando parti secondo è comunque positivo per la gara, però sei lì a un pelo dalla pole (ride, ndr)…  Penso che avrei potuto farla nel primo giro, perché stavo guidando bene. Avevo Miller alla distanza giusta, ma ci sono arrivato troppo veloce e alla fine non ce l’ho fatta. Però sono stato fortunato a riuscire a fare un altro giro da solo, dove ho fatto comunque un buon tempo. Sono contento, mi trovo bene con la moto e con il setting. La moto si trova bene con gomme e asfalto. Vediamo domani, sarà difficile…”.

Alla fine Valentino ha spiegato anche a cosa è dovuto il miglioramento netto di Le Mans rispetto Jerez: “La cosa che fa più differenza è l’asfalto, qui c’è tanto grip e posso guidare la moto al limite. Poi abbiamo cambiato tanto rispetto a Jerez, abbiamo seguito delle idee di setting che hanno funzionato qui. E’ stato un bello step. Gara tra tre Yamaha? Magari fosse solo a tre o a due, però devo guardare i passi. Comunque Marquez non si darà per vinto, alla fine è in seconda fila… Serve capire il passo Honda in gara”.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)