Jorge Lorenzo: “Non sono abituato a stare così dietro”

Jorge Lorenzo (©Getty Images)

Jorge Lorenzo dopo lo splendido 3° posto conquistato a Jerez sembra essersi tolto di dosso un po’ di quella polvere che aveva accumulato nei primi Gran Premi della stagione. Certo molti problemi restano, la Ducati non è ancora neanche lontanamente la “sua” moto, ma con la consapevolezza che tutto il team lavora per lui ed è pronto a mettersi al suo servizio lui vuole dare quel quid in più per riportare la Rossa di Borgo Panigale sul tetto della MotoGP come 10 anni fa con Stoner.

Storicamente Le Mans è sempre stata una pista molto amata da Jorge Lorenzo, che infatti afferma: “Questa è sempre stata un’ottima pista per me, fin dal 2003, quando ho ottenuto il mio primo buon risultato in carriera. Qui ho ottenuto ottimi risultati in tutte le classi quindi è una pista magica per me, può essere anche una buona pista per la Ducati, come abbiamo visto negli ultimi anni con Dovizioso e Iannone che sono sempre stati competitivi”.

Lorenzo fiducioso per Le Mans

L’ex Yamaha in riferimento alla passata stagione ha continuato: “Iannone è caduto, mentre Andrea è scivolato insieme a Marc mentre era in lotta con lui e Iannone addirittura era in lotta con me quindi è sempre stata una buona pista per Ducati. Certo bisognerà vedere con questo nuovo asfalto come sarà l’aderenza e poi dobbiamo capire come sarà il meteo perché adesso sta piovendo però pare che possa migliorare nei prossimi giorni”.

Jorge Lorenzo naturalmente ammette che non è stato un bel periodo quello vissuto ad inizio anno: “Questo è stato un periodo difficile anche se non sono state tante gare, soltanto 4, ma mi è sembrato un periodo molto lungo. In tutti gli anni che ho passato in MotoGP non sono abituato a partire così dietro sulla linea di partenza, sono abituato a stare vicino, sicuramente sotto il secondo rispetto ai primi, però non mi sono mai arreso. Sto cominciando a capire il potenziale della moto, ho solo bisogno di più tempo per adattarmi e per capire come migliorare”.

Lo spagnolo in ogni caso appare decisamente fiducioso per il futuro: “Sicuramente attualmente mi sento molto più naturale, molto più a mio agio in sella alla moto, credo che si possa vedere anche in tv. Tutto è possibile in MotoGP, devi soltanto avere la mente sgombra riguardo i risultati del passato e concentrarti solo sul miglioramento della moto e sul tuo modo di guidare”.

Antonio Russo