Test Ducati al Mugello: 208 giri per Lorenzo-Dovizioso-Pirro

photo Twitter

A pochi giorni dal GP di Le Mans e a poco più di due settimana dal GP d’Italia la Ducati è tornata in pista al Mugello. Due giorni di test, ieri con Andrea Dovizioso, Jorge Lorenzo e Michele Pirro, oggi solo con il collaudatore pugliese. Lavoro focalizzato soprattutto sull’usura delle gomme alla lunga distanza, assetti e bilanciamento della Desmosedici GP17. Inoltre è stata testata anche la gomma anteriore con carcassa più dura dell’anno scorso, come richiesto da Michelin, e che potrebbe esordire dal GP del Mugello.

70 giri per Dovizioso, 63 per Lorenzo, 75 per Pirro. Lavori in corsa nel box Ducati per studiare elettronica, aerodinamica e telaio. L’obiettivo è dimenticare le winglets che fino all’anno scorso erano il punto di forza della Rossa. Non è stata una giornata piena di prove, perchè la sera prima ha piovuto e i piloti hanno dovuto attendere che il circuito si asciugasse per mettersi in sella alle moto. Dopo mezzogiorno sono stati in grado di girare senza nessun problema. Da oggi si vola a Le Mans per preparare il week-end di gara.

Non sembrano essere cambiate le sensazioni sulla gomma anteriore Michelin già testata a Jerez. Per Jorge Lorenzo meglio quella più morbida attualmente a disposizione, mentre per Andrea Dovizioso non ci sono grandi differenze. Adesso toccherà a Casey Stoner tornare al lavoro sulla Desmosedici, dal 22 al 24 maggio al Montmelò. Il fine ultimo di tutto questo lavoro “privato” è raccogliere dati utili per la realizzazione di una nuova carenatura su cui Gigi Dall’Igna e i suoi uomini stanno lavorando.