Niki Lauda: “Vettel? Resti in Ferrari”

Niki Lauda (©Getty Images)

Niki Lauda assicura. Sebastian Vettel non correrà per la Mercedes nel 2018. Con una manciata di parole il boss non esecutivo di Stoccarda ha così voluto mettere a tacere le ultime voci provenienti dall’Italia, a proposito di un accordo già firmato tra il team tedesco e il campione di Heppenheim. Indiscrezioni che non sono piaciute al responsabile Ferrari Maurizio Arrivabene che al secco rifiuto del collega ha risposto: “quando si leggono certe cose, almeno in parte corrispondono a verità”.

“Personalmente considero queste chiacchiere senza senso”. Ha ribadito l’austriaco al quotidiano Marca. “La Rossa è competitiva e gli garantisce un ottimo stipendio, dunque perché mai andare via?”.

Stesso approccio negazionista è stato adottato dal direttore generale Toto Wolff, che ha affermato: “Sono soltanto rumour da mercato piloti. Al momento siamo molto felici di avere Bottas e Hamilton. La nostra intenzione è quindi quella di mantenere lo status quo”.

Se i boss cercano di camuffare l’interessato però preferisce lasciare la porta aperta. “Per la prima volta dopo tanto tempo non so cosa accadrà l’anno prossimo. Ad ogni modo non ne sono preoccupato. Voglio pensare all’oggi”. Ha rivelato Vettel.

Nessun aiuto alla Honda

In vena di no, Niki Lauda, ha in seguito allontanato le ipotesi di un avvicinamento alla Honda che, secondo i nuovi dettami FIA relativi alle differenza di prestazione, potrebbe presto avere la chance di ricevere una mano da qualche altro motorista con l’obiettivo di risollevarsi.

“E’ un nonsense. Perché dovremmo aiutare un’altra squadra, quando dobbiamo già occuparci della nostra? A Sakura dispongono di ingegneri di altissimo livello. A dimostrarlo le loro performance nella MotoGP. Altra disciplina in cui il propulsore deve essere all’avanguardia”.

Anche a questo riguardo la Mercedes starebbe nascondendo le carte. Infatti nel weekend di Barcellona alcuni rappresentati si sono riunti per 45 minuti con quelli della McLaren.

Chiara Rainis