F1 Spagna, Kimi Raikkonen vince nei box

Kimi Raikkonen (photo Twitter)

Un brutto week-end per Kimi Raikkonen al Montmelò ha rovinato di riflesso anche la gara di Sebastian Vettel. Difficile non restare nella morsa di Hamilton e Bottas quando si lotta da soli. Ma quel che più fa male è che il finlandese è rientrato ai box dopo neppure un giro.

“Sono partito bene, ma sul rettilineo sono stato bloccato da Bottas, ho alzato il piede e mi sono spostato a sinistra per lasciargli spazio – ha raccontato Iceman -. A quel punto, non so come, mi ha colpito alla posteriore destra, la macchina ha avuto un sobbalzo e sono finito sulla vettura di Verstappen . Sia io che Max non potevamo farci niente, quando vieni colpito così da dietro non hai modo di evitare il contatto. Pensavo di aver lasciato a Valtteri spazio sufficiente. Sfortunatamente la mia gara è finita lì. Ovviamente sono molto deluso, eravamo andati bene per tutto il fine settimana ed ero contento del comportamento della macchina”.

Non resta che attendere il 28 maggio per dare nuovamente fiato al motore e alla sete di vittoria. Sarà la volta del Gran Premio di Monaco, dove l’esperienza sarà l’arma in più in suo pugno. Intanto si può godere il titolo di campione di umanità, proprio lui che porta la fama di uomo di ghiaccio. Al momento della sua uscita le telecamere hanno ripreso il pianto di un suo piccolo tifoso sugli spalti che tanto ha intenerito il pubblico a casa. Verso metà gara lo stesso fanciullo è stato immortalato nel box Ferrari, finalmente sorridente, al fianco del suo beniamino Kimi Raikkonen.

Il bambino, che aveva viaggiato con i suoi genitori dalla Francia per assistere alla sua prima gara di Formula 1 in diretta, è stato ospitato con i suoi genitori nella hospitality Ferrari. Come consolazione ha trovato non solo parole gentili da parte di Kimi, ma anche un cappellino autografato e altri piccoli gadget. Il piccolo Thomas ha ammesso: “Ero molto molto triste”. Ma è bastato poco per far risplendere il sorriso sul suo dolce volto.