Toto Wolff: “La virtual safety car ci ha aiutato”

Toto Wolff (©Getty Images)

Toto Wolff non può che essere soddisfatto alla fine di questo weekend, se da un lato, infatti, è arrivato il ritiro per Valtteri Bottas, dall’altro la prima guida Lewis Hamilton ha portato a casa per le Frecce d’argento il 3° successo stagionale. Mercedes e Ferrari sinora si sono divisi la posta in gioco in tutti i Gran Premi dimostrando un’enorme supremazia su tutti gli altri team.

Come riportato da “Speedweek” Toto Wolff ha analizzato così la gara: “La partenza di Lewis non è stata granché, così Vettel ha girato la prima curva davanti a lui. Per noi era fondamentale che restasse vicino a Sebastian, è riuscito nel suo intento e credo sia un buon segno. Dopo la sosta volevamo vedere cosa sarebbe successo, speravamo che Vettel sarebbe stato rallentato da Ricciardo. La Ferrari però era così veloce che il tedesco lo ha superato senza alcuna difficoltà”.

La Mercedes ha cercato di lasciare Hamilton più tempo possibile in pista

Toto Wolff ha poi continuato: “Abbiamo cercato di lasciare Lewis in pista più tempo possibile così da avere gomme più fresche nel finale. Gli strateghi della nostra squadra hanno preso le decisioni giuste al momento giusto. Il tempismo è stato perfetto, Sebastian è stato in grado di rispondere, ma il pit di Lewis è stato davvero molto veloce”.

Infine il team manager della Mercedes ha spiegato come mai Hamilton si è ritrovato così vicino a Vettel: “Quando è stata immessa la safety car virtuale tutti stavano andando abbastanza lenti rispetto a quelli che erano nella corsia dei box. Il tempo perso in pitlane quindi è stato relativamente basso. Qui di solito si perdono più di 20 secondi per fare una sosta, invece, con l’auto di sicurezza virtuale abbiamo perso solo 12-13 secondi. La virtual safety car ci ha aiutato”. Insomma per stessa ammissione di Wolff, la Ferrari sinora non si può dire certo fortunata.

Antonio Russo