Kimi Raikkonen: “Ho sbagliato, devo guidare meglio”

Kimi Raikkonen (©Getty Images)

Sarà un’altra domenica da sogno per la Ferrari e i suoi tifosi, con Sebastian Vettel in prima e Kimi Raikkonen in seconda fila. Il finlandese ha superato il compagno di squadra in tutte e tre le sessioni di prove, ma ha fatto una serie di “piccoli errori” nelle qualifiche. Ma Ferrari e Mercedes sono sempre lì, spalla a spalla. A fare la differenza sarà il minimo errore di guida, meccanico, di strategia o l’inconveniente tecnico.

Iceman ha perso la terza piazza in griglia di partenza per soli 66 millesimi. Troppo largo in curva 1, minimi errori in curva 4 e 5. Si gioca sul filo del rasoio. “La macchina si è comportata bene per tutto il weekend. Sono contento, ma anche deluso del risultato della qualifica – ha detto Kimi Raikkonen -. Le condizioni della pista erano un po’ difficili ma meglio di ieri. Sentivo di essere veloce ma ho avuto qualche difficoltà ed ho commesso qualche errore. Sono salito sul cordolo, sono andato lungo, e non sono riuscito a mettere insieme un buon giro”.

Inutile chiedergli di fare pronostici se il tuo avversario è alla pari e bisognerà detronizzare Hamilton dalla pole. Magari con una buona partenza o la giusta scelta del rientro ai box per il pit stop. Con un sorpasso in gara sarebbe il top. “Possiamo pensare a centinaia di soluzioni possibili per la gara, ma non c’è garanzia che le cose vadano come vogliamo. Conosciamo le nostre strategie ma non sappiamo cosa faranno gli altri – ha aggiunto Kimi Raikkonen -. Cercheremo di reagire al meglio e fare le scelte giuste. La zona di attivazione del DRS è stata allungata, non sappiamo se farà una grande differenza ma probabilmente aiuterà in gara”. Il segreto è non fare errori. “Meglio non fare errori, non c’è altro segreto, devo semplicemente guidare meglio”.

L.C.