MotoGP, Marc Marquez boccia la pay TV

(©Getty Images)

MotoGP in crescita negli ultimi anni, impossibile negare un interesse sempre maggiore intorno alla classe regina. Nonostante la visione in diretta richiede un abbonamento a pagamento il pubblico si infoltisce. Ma tra le file dei nostalgici alla libera visione in tv c’è anche il campione in carica Marc Marquez.

Il fuoriclasse della Honda non ama fare confronti temporali e non nega che il livello di competizione sia in ascesa. Probabilmente il Motomondiale vive uno dei suoi momenti migliori della sua storia. Ma non nasconde di rimpiangere la libera visione delle gare sulle tv non a pagamento.

“Non mi piace fare differenze da un momento all’altro, perché ognuno ha il suo fascino – ha detto Marc Marquez a Motorsport.com -. Ma è chiaro che la MotoGP è in crescita e questo è probabilmente dovuto ai piloti e a un’organizzazione straordinaria. Forse quello che mi manca è che non siamo in grado di vedere tutti le gare in chiaro”.

Carmelo Ezpeleta non ha mai ritenuto la pay tv un danno, anzi. “Come campionato ci piace essere in pay tv, e non solo in Spagna ma anche in altri paesi. I migliori sport nel mondo sono offerti su piattaforme a pagamento, e coloro che non ci sono vorrebbero esserci”. Ma l’addio di Valentino Rossi potrebbe influire non poco sull’audience della MotoGP. Per questo motivo Carmelo Ezpeleta ha dato carta bianca al Dottore che, per il momento, ha escluso di voler formare un team nella massima serie del Motomondiale.