Mercedes cambia “muso”, doppia T-wing per Ferrari

Lewis Hamilton (©Getty Images)

Nelle libere del Montmelò Mercedes si è dimostrata un passo più avanti della Ferrari. Merito anche delle nuove soluzioni adottate dalla W08 a partire da questo week-end.  A cominciare dalla parte inferiore del muso presentatosi con un profilo ricurvo verso l’alto, così da migliorare la canalizzazione dell’aria. Davanti alle fiancate si notano nuovi deflettori abbinati ad un cofano motore dotato di una pinna di squalo più grande e un’ala posteriore rettilinea. Questi aggiornamenti dovrebbero bastare per ovviare al problema del consumo dei pneumatici.

Come da copione in Catalunya le scuderie apportano nuove soluzioni sin dal venerdì, sfruttando le caratteristiche del circuito, spesso utilizzato per i test invernali. Mercedes ha studiato ogni minimo dettaglio per riprendersi la testa della classifica. Come un nuovo supporto delle camera car montato sul musetto che assume una curiosa forma a boomerang.

La Ferrari SF70H risponde con un’ala anteriore differente nei flap, adesso più arrotondati, per elargire una minore resistenza all’avanzamento. Sul posteriore è comparsa una doppia T-wing dotata di una doppia soffiatura che migliora l’efficienza dell’ala posteriore. Ma le novità ingegneristiche più significative potrebbero essere non evidenti a prima vista.

Maurizio Arrivabene non esclude un’occhiata agli avversari Mercedes, ma a Barcellona Ferrari lavorerà sul proprio programma. “Non so chi ha portato più o meno aggiornamenti – ha dichiarato Sebastian Vettel – e non credo che sia così importante verificare chi ha realizzato il più elevato numero di pezzi nuovi. Quello che conta è avere le evoluzioni che servono a migliorare la performance. Per quanto riguarda noi, sono contento di ciò che abbiamo portato in pista, alcune novità sono visibili, altre meno”.