Yamaha blinda Johann Zarco, sarà l’erede di Valentino?

Johann Zarco (©Getty Images)

Johann Zarco ha stupito ancora week-end di Jerez. Non ha conquistato certo il podio, ma è stato il miglior pilota Yamaha in gara. 35 punti in 4 gare, con una caduta all’esordio che ancora chiede vendetta, mentre era al comando della gara. Ma il rider francese classe 1990 potrebbe essere l’uomo prediletto del prossimo mercato piloti.

Era stato messo sotto contratto da Suzuki nella scorsa stagione. Ma dopo due mesi gli uomini di Brivio gli hanno preferito Alex Rins. Una mossa che si sta rivelando sbagliata, ma su cui cercheranno di rimediare. Perchè il due volte campione di Moto2 ha un contratto annuale con la Yamaha e potrebbe presto approdare a guadagni migliori. Lo sa bene il team manager Herve Poncharal che dovrà quanto prima convincere Zarco a restare in sella alla M1.

“Abbiamo un contratto di un anno con un’opzione per il 2018 – ha detto Poncharal a Speedweek.com -. So che sia Johann Zarco che Jonas Folger sono molto felici con la nostra squadra. La nostra intenzione è quella di continuare con loro anche nel 2018. Saremmo sciocchi a voler fare diversamente. E dai piloti avverto il desiderio reciproco di proseguire la collaborazione”.

Sembra tutto sotto controllo, ma i contratti si rinnovano anche a suon di quattrini. Bisogna fare in fretta, perchè alla finestra non c’è solo Suzuki ma anche Aprilia. Dei soldi “non abbiamo ancora parlato. Abbiamo un buon rapporto con i piloti, stiamo parlando di 2018… E’ vero, fino a quando i contratti per il 2018 non sono firmati l’affare non è coperto al 100 per cento. Al momento posso solo rispondere: ‘Tutto sta andando bene, non sono molto preoccupato'”.

D’altronde restare in Yamaha per Johann Zarco potrebbe voler dire ancora di più per il suo futuro. Alla fine del 2018 scade il contratto di Valentino Rossi, probabilmente dirà definitivamente addio al mondo della MotoGP. Dalla Tech3 alla Yamaha ufficiale il passo è breve. Il sogno per ora resta nel cassetto. “Credo che tutte le parti comprendano i vantaggi se passiamo un secondo anno insieme. Perché otteniamo un grande sostegno da Yamaha – ha concluso Poncharal -. I nostri piloti amano la moto, a loro piace la squadra”.

L.C.