MotoGP, incidente con la Safety Car per Franco Uncini

L’auto guidata da Franco Uncini (Twitter)

Incredibile disavventura nella giornata di ieri  per Franco Uncini. L’attuale responsabile della sicurezza della FIM, infatti, mentre era a bordo di una BMW M5 (la Safety Car designata per il Motomondiale 2017), ha perso il controllo della vettura alla curva 5 sul tracciato di Jerez scontrandosi violentemente con le barriere. Per ora non si conoscono ancora i motivi che hanno portato a tale incidente. Uncini in ogni caso sta bene e non ha riportato alcun danno fisico. Il tutto è avvenuto subito dopo il warm-up, quando le auto di sicurezza percorrono il tracciato per rilevare eventuali anomalie.

L’altra Safety Car guidata da Mike Webb ha prestato soccorso a Franco Uncini e all’altro passeggero presente in auto. A quanto pare l’ex pilota era stordito e dolorante, peggio, invece, è andata all’altra persona presente con lui in vettura che ha riportato la frattura di un braccio.

Uncini ultimo campione italiano prima di Rossi

Franco Uncini ha cominciato la sua carriera nel Motomondiale nel 1976, in 250, a bordo di una Yamaha. I suoi anni d’oro però li ha vissuti principalmente a bordo di una Suzuki e nel 1982, in 500, ha vinto il mondiale, grazie a 5 vittorie e due 3° posti. Ha abbandonato l’attività agonistica nel 1985 con un borsino di 7 successi, 21 podi, 8 pole e 3 giri veloci. Il titolo vinto nell’82 è diventato storico anche perché dopo di lui, solo Valentino Rossi nel 2001 è riuscito a riportare il nostro tricolore sul tetto della classe regina del Motomondiale.

Subito dopo il suo ritiro dal mondo agonistico è rimasto in pianta stabile nel paddock. Dal ’92, infatti, si è occupato di sicurezza, mentre dal 1993 ha svolto la funzione di delegato dei piloti per la sicurezza per conto dell’IRTA. Infine, dal 2013 ricopre l’attuale posizione di Responsabile della Sicurezza dei Gran Premi per conto della FIM.

Antonio Russo