MotoGP, Rossi: “Lorenzo uno dei più forti”

Valentino Rossi (©Getty Images)

Jerez è stato uno dei peggiori week-end nella carriera di Valentino Rossi. Per ritrovare un risultato fuori dalla top 10 bisogna risalire al GP di Le Mans 2013. Una gara alle prese con mille difficoltà fra gomme e setting sbagliato, una mossa troppo azzardata tentata dopo il warm-up che ha causato più dolori che gioie.

La sola nota lieta è che il Dottore resta leader di classifica seppur di misura. “Questa è una cosa molto positiva, perché dopo una simile gara in cui abbiamo fatto quasi zero, continuiamo a stare avanti. Anche Viñales ha avuto problemi e ho recuperato un paio di punti. La vera ripresa l’hanno fatta le due Honda, che hanno dominato per tutto il weekend. Più preoccupante è che la Honda è stata molto forte. Ma le cose cambiano da un giorno all’altro. Domani può essere migliore e speriamo davvero di essere più veloci”.

Resta l’incognita di come sia possibile stravolgere le prestazioni sullo stesso circuito a distanza di un anno. Ritorna una certa nostalgia della Yamaha M1 2016. “La vecchia moto era molto competitiva e in effetti siamo stati molto forti qui l’anno scorso. Ma questa volta abbiamo sofferto – ha ammonito Valentino Rossi dopo Jerez -. Sicuramente analizzeremo tutto ciò che è accaduto per tentare di risolvere domani”.

Lascia riflettere anche il podio di Jorge Lorenzo che, fino a due settimane fa, sembrava in grande affanno. “Ho sempre detto che Lorenzo è sicuramente uno dei piloti più forti. Questo fine settimana ha guidato bene, è sempre stato avanti e ha fatto una grande gara, dove in teoria la Ducati doveva avere difficoltà. Questo insegna che è molto difficile fare previsioni – ha concluso il campione di Tavullia -, bisogna mettere la moto in pista e vedere come va”. A cominciare dal test di domani a Jerez.

Luigi Ciamburro