Jerez, Gibernau: “Non riapro la polemica con Rossi”

Sete Gibernau
Sete Gibernau (©Getty Images)

Le prime prove libere di Jerez hanno regalato una bella soddisfazione a Dani Pedrosa e al suo coach Sete Gibernau. L’ex pilota catalano ritiratosi dalle corse nel 2009 qui riserva ricordi speciali. Come la vittoria nel 2004 e quella mancata nel 2005, dopo uno storico scontro-duello con Valentino Rossi che resterà negli annali del Motomondiale.

Dopo anni di assenza Gibernau ritorna sul circuito andaluso e si toglie una piccola soddisfazione vedendo il suo pupillo in vetta al termine della FP1. “Tutti gli spagnoli hanno vissuto momenti unici qui e questo è ciò che rende grande Jerez. Un momento unico a Jerez è irripetibile”, ha detto Sete allo spagnolo ‘AS’. “Manco da sette anni, da quando sono andato in pensione”.

E’ un ambiente tanto caro all’ex pilota, “non ci sono parole per descrivere le sensazioni che trasmette Jerez… Quando si arriva qui si vive qualcosa che si non si vive altrove”. Non potrebbe essere altrimenti, del resto è il circuito di casa per Pedrosa e Gibernau. Ma non si sente un coach nel vero senso della parola. “Non sono un allenatore. Sono un amico di Dani da qualche tempo e sto imparando un sacco di cose da lui, più di quanto lui stia imparando da me. Abbiamo un rapporto molto buono da un lungo periodo di tempo e mi piace vederlo felice”.

La storica sfida con Rossi

Arrivando a Jerez la sua mente non può non tornare al 2004 e alla splendida vittoria su Biaggi e Barros. Un anno dopo è stato protagonista di uno degli episodi più controversi del Motomondiale, l’incidente con Rossi all’ultima curva, all’ultimo giro. Cosa ricorda? “Non voglio riaprire una questione che è stata discussa a suo tempo. Ho vissuto la mia storia e tutti la vedono dal proprio punto di vista… Questo è già uno sport molto rischioso, non vogliamo alimentare discussioni. La controversia è una conseguenza di una situazione di pericolo e dobbiamo cercare tutti di evitarla”.

Ma come si sente a pensare che qui Valentino Rossi arriva da leader del Mondiale? Sete Gibernau risponde con filosofia e diplomazia. “Sta dimostrando di avere grande entusiasmo per essere qui e questo è qualcosa da cui imparare. E’ necessario reinventare se stessi e avere ancora i desideri della vita. E’ il leit motiv di ogni cosa, non solo dei piloti. I desideri devono risvegliarsi ogni giorno, è la base per reinventare se stessi. Questo per me è il segreto di ogni persone, rinnovare sempre i desideri”.