Sailing Yacht A, pronta a salpare l’imbarcazione record

photo dal web

Il magnate russo Andrey Melnichenko ha un’autentica passione per i mega yacht. Dopo il famigerato yacht A, molto simile ad un sottomarino nucleare, è in procinto di salpare con una nuova super imbarcazione. Stimata tra gli yacht più grandi al mondo, adesso si trova a Gibilterra per i ritocchi finali, prima di mettere fine ad una disputa legale.

“Sailing Yacht A” è lungo quasi 150 metri e con un peso di 12.600 tonnellate, disegnato da Philippe Starck, ha tre grandi alberi realizzati nel regno Unito, di cui il più alto raggiunge i 91 metri. Un’opera nautica colossale costata 460 milioni di dollari, dotata di ogni comfort possibile e immaginabile, compresa un’aera di osservazione sott’acqua.

Classe 1972, Andrey Melnichenko, bielorusso di nascita, dispone di un patrimonio di oltre 8 miliardi di euro ed è uno degli uomini più ricchi del pianeta. La nave ha 8 ponti e vanterà un equipaggio di 54 persone. Possiede inoltre una zona di atterraggio per elicotteri e sarà spinto da un sistema ibrido di propulsione diesel-elettrico. Nel mese di aprile Nobiskrug, il cantiere di Kiel che l’ha costruito, è sotto inchiesta per aver utilizzato del teak del Myanmar di provenienza illegale.

Come riporta il sito Velablog il cantiere ha però respinto le accuse: “Sosteniamo le indagini della Procura di Kiel e stiamo cooperando pienamente con le autorità. Abbiamo grande interesse a smentire rapidamente le accuse, tanto più che l’Agenzia federale per l’agricoltura e l’alimentazione ha interrotto indagini simili nella stessa causa contro di noi l’anno scorso“.