MotoGP, Valentino Rossi riuscirà a vincere a Jerez?

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Valentino Rossi a 38 anni si ritrova primo le campionato 2017 MotoGP. Pur non vincendo nessuna delle prime tre gare del Mondiale, la sua costanza è stata premiata. Il terzo posto in Qatar e i due secondi in Argentina e Stati Uniti gli hanno regalato il momentaneo primato.

Tutti sanno, pilota incluso, che essere in testa adesso conta poco. La stagione è lunga e sarà importante essere davanti alla fine. Però non si può ignorare che il Dottore, nonostante la non più giovanissima età, mantiene un alto livello di competitività. Potrà giocarsi il titolo? Difficile da dire. I favoriti rimangono Marc Marquez e Maverick Vinales. Per candidarsi a tutti gli effetti come contendente alla corona iridata, il rider Yamaha deve vincere in gara.

MotoGP, Valentino Rossi può ‘beffare’ Marquez e Vinales?

La prossima gara si corre a Jerez de la Frontera, dove nel 2016 fu proprio Valentino Rossi a vincere davanti a Jorge Lorenzo. Sarebbe il circuito ideale per battere i due rivali, che ovviamente ci tengono molto a trionfare in Spagna. La pista piace molto al nove volte campione del mondo, ci ha vinto in sette occasioni in 500/MotoGP. Negli ultimi tre anni è comunque sempre andato a podio lì.

Ci sono tutti gli ingredienti per pensare che il Dottore possa fare una grande gara domenica. Però Maverick Vinales e Marc Marquez non staranno a guardare. In particolare il primo, che deve riscattare la caduta avvenuta in Texas e lo zero in classifica. Ma anche il campione del mondo in carica sarà assolutamente protagonista, dato che deve recuperare 18 punti sullo stesso Rossi.

Insomma, i problemi di Valentino portano sempre gli stessi nomi: quelli dei due più forti rivali, Vinales e Marquez. Ovviamente sarà importante approcciare subito bene il weekend, già dalle prove libere. Il feeling tra il 38enne pesarese e la Yamaha M1 migliora progressivamente e a Jerez conterà riuscire subito a trovare il passo giusto e poi fare una qualifica da prima, massimo seconda, fila. Se Rossi vuole dimostrare di essere da titolo, l’appuntamento di domenica sarebbe l’ideale per una vittoria. Difficile lottare per il Mondiale senza portare a casa gare. La costanza è fondamentale, ma servono anche dei successi.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)