Valtteri Bottas: “Che emozione la prima vittoria”

Valtteri Bottas (©Getty Images)

E’ arrivata un po’ a sorpresa al termine di un GP di Russia che sembrava appannaggio della Ferrari ed invece Valtteri Bottas è stato capace di prendersi la vittoria e godersi tutto il beneficio dei riflettori in una domenica pomeriggio in cui il blasonato compagno di box Lewis Hamilton è stato pressoché invisibile.

“Sono contento del successo e in generale della mia gara. C’è voluto molto tempo. Oltre 80 gare ma ne è valsa la pena aspettare. Ringrazio il team che ha reso possibile tutto questo”. Ha dichiarato in conferenza il pilota Mercedes. “Di solito non sono il genere di persona che si emoziona, ma devo ammettere che sul finale dell’inno nazionale mi è sembrato di vivere qualcosa di surreale. Sono sempre stato fiducioso a proposito delle mie capacità ed ero convinto che avrei raccolto risultati, però oggi ne ho avuto finalmente conferma”.

Quindi sui suoi 52 giri il finnico ha raccontato: “Su questo tracciato partire in seconda fila non è male.  Il mio start è stato buono, inoltre sfruttando la scia sono riuscito a prendere l’interno della curva 1. Il secondo via dopo la safety car è stato ancora migliore. L’unica preoccupazione l’ho avuta più avanti nella corsa quando mi sono trovato davanti alcuni doppiati. In quel frangente ho temuto di perdere tempo. Poi a 10/15 giri dal termine sono arrivato al bloccaggio e il mio passo si è un po’ rovinato”. Ha proseguito il driver di Nastola. “Ero teso e allora ho chiesto al mio ingegnere di non darmi più informazioni perché volevo restare concentrato. E devo dire che quel silenzio mi è stato di aiuto”.

Infine rispondendo a chi gli chiedeva se avrebbe telefonato a Nico Rosberg, di cui come noto ha preso il posto a Stoccarda, Valtteri Bottas ha tagliato corto: “Lo rispetto molto come campione del mondo, ma non ho nei piani di chiamarlo.  Per prima cosa voglio sentire mia moglie, poi gli altri vedremo…”.

Chiara Rainis