Flavio Briatore: “Alonso si è rotto le palle”

Flavio Briatore (©Getty Images)

Flavio Briatore è intervenuto a Sky Sport 24 per parlare del suo nuovo libro “Sulla ricchezza”. Un saggio scritto insieme al giornalista Carmelo Abbate, dove si parla di problemi economici in Italia, possibili soluzioni, ma anche di Formula 1, vittorie, amici e nemici.

Il manager piemontese in studio ha trattato anche l’argomento Ferrari, alla vigilia del GP di Sochi. Una bella sorpresa le due due vittorie in tre gare, un risultato inatteso e che adesso urge di riconferme. “Ha stupito tutti. Pensavo a inizio stagione che scommettere su una Ferrari sarebbe stato come perdere tutto – ha ammesso Flavio Briatore a Sky Sport 24 -. E invece è bellissimo avere un campionato con la lotta Mercedes-Ferrari. La Mercedes ha ancora un vantaggio, ma non è enorme. La pressione messa dalla Ferrari li ha portati a degli errori. Se la Ferrari continua così nello sviluppo della macchina, e se sopo Barcellona la situazione sarà ancora così, beh è probabile che almeno con Vettel potrà arrivare a giocarsi il Mondiale”.

In tema Formula 1 non poteva certo esimersi dal parlare del suo fiore all’occhiello, Fernando Alonso. “Andrò a Indianapolis con Alonso, gliel’ho promesso. L’unico dubbio è sulla questione sicurezza. Lì c’è una banda di matti che con quei cassoni di macchine ti vengono addosso. Lui Montecarlo la conosce bene, ma a girare con la macchina di adesso avrebbe zero possibilità di vincere. Per lui sarebbe come fare il turista”.

Flavio Briatore non usa mai mezzi termini, è un fiume in piena, non ha peli sulla lingua. Punta il dito contro la McLaren Honda… “E con una macchina che non riesce ad uscire nemmeno dal garage si è deciso di non fargli rompere più le palle. Voleva partecipare anche Le Mans, che due anni fa Ron Dennis non gli ha fatto fare. Ora c’è gente diversa e che capisce, poi correrà sempre sempre con la McLaren-Honda. Ma questa è un’altra McLaren. Il dopo? Per ora non c’è nessun dopo”. Fra qualche mese si vedrà…