Valentino Rossi nella storia, altro record per il Dottore

Valentino Rossi (©Getty Images)

La storia si rincorre e si aggroviglia su se stessa in una matassa di sentimenti che si riassumono in Valentino Rossi, l’uomo dalle missioni impossibili. Il Dottore torna da Austin felice come un bambino, nonostante i suoi 38 anni lì in cima al mondiale, sul tetto della MotoGP spodestando gli impertinenti ragazzini spagnoli che sino a ieri giocavano alla PlayStation, magari impersonando proprio il famoso 46. A guardare i tempi nella pre-season tutti avremmo scommesso su un campionato anonimo, ma lui ancora una volta ha deciso di smentire tutti.

Valentino Rossi va davvero veloce, così veloce che nemmeno il tempo gli sta dietro, le statistiche parlano di 9 titoli mondiali, 351 gare disputate, 114 vittorie e 224 podi, numeri impressionanti che tratteggiano i contorni di un campione che è ormai diventato un’icona di questo sport. In carriera può vantare già tantissimi record, per prima cosa è l’unico pilota ad aver conquistato il titolo in 4 classi differenti del Motomondiale (125, 250, 500 e MotoGP). Inoltre, detiene anche il primato per numero di Gran Premi disputati consecutivamente nel mondiale con 228 presenze.

Rossi può conquistare altri record durante la stagione

Alla fine del Gran Premio di Austin però Valentino Rossi ha messo in bacheca un nuovo importante record. A 38 anni e 66 giorni, infatti, si è issato in testa alla classifica mondiale, diventando il più vecchio leader della classifica dal 1949 ad oggi. In quell’occasione Harold Daniell si piazzò al comando della graduatoria alla veneranda età di 39 anni e 240 giorni e ci restò per i successivi 16 giorni.

Se circoscriviamo il discorso solo alla Classe regina del Motomondiale, per quanto concerne il discorso legato al titolo mondiale. Leslie Graham a 37 anni e 341 giorni ha vinto il campionato 500 nel 1949, record che Valentino potrebbe fare suo proprio se vincesse la MotoGP 2017. Davvero inarrivabile, invece, il primato conquistato da Hermann Paul Muller nel 1955, quando conquistò la corona iridata a 45 anni e 331 giorni, ma in 250.

Fergus Anderson, invece, nel Gran Premio di Spagna del 1953 vinse a 44 anni e 237 giorni diventando ancora oggi il più vecchio vincitore nella Classe regina del Motomondiale. Valentino Rossi però vincendo in questa stagione potrebbe strappare a Troy Bayliss il record come più anziano vincitore nella storia della MotoGP. L’australiano, infatti, vinse nel 2006 il Gran Premio della Comunità Valenciana a 37 anni e 213 giorni.

Antonio Russo