MotoGP, Vinales: “Marquez ed io ad altri livelli”

Maverick Vinales (photo Twitter)

Un errore non basterà a frenare la forza propulsiva di Maverick Vinales. Dopo due vittorie arriva anche il primo errore stagionale per il fenomeno di Figuerez, ma le cadute servono a maturare. Nella sua mente è già partito il conto alla rovescia per il GP di Jerez. O meglio, il GP del riscatto. Perchè uno scivolone non cambia i suoi progetti di vittoria.

Perchè dopo la rabbia americana si vola nel Vecchio Continente. La testa della classifica è a soli sei punti, la strategia non cambia. “Bisogna essere costanti”, afferma Vinales. Accontentarsi senza oltrepassare quel pericoloso limite. “Ma sappiamo che siamo in grado di vincere le gare. Pertanto, noi continueremo a spingere in questa direzione. Marc e io, siamo andati a un livello diverso e un ritmo diverso rispetto agli altri in Texas”.

Sarà sfida aperta con il rivale spagnolo, inconsciamente sembra escludere Valentino Rossi. E potrebbe essere un altro errore di gioventù. Resta da capire cosa abbia provocato il ko al secondo giro. Un “misterioso” problema all’anteriore, forse una gomma anomala. Di certo Maverick Vinales non pensa sia solo causa sua. “Non posso lamentarmi della Michelin, sta facendo del suo meglio. Non avevo lo stesso grip come nel warm up. In teoria è colpa nostra… Sono deluso per la gara. Non solo io, ma anche la squadra”.

Si riparte con una nuova mentalità, perchè è forte solo chi cade e si rialza. Complimenti a Valentino per il secondo posto, ma secondo le sue previsioni sembra escluso dalla corsa iridata. “Aspettiamo la prossima gara”, ha detto il #25 della Yamaha. Ma a Zarco arriva un’altra tiratina di orecchie. “In Qatar è successa a me la stessa cosa. Era molto aggressivo quando ha cercato di superarmi. Ma alla fine è andata bene a Valentino. Non è successo niente”.