Franco Morbidelli: “Grazie a Rossi, è come Leo Messi”

Franco Morbidelli

Tre vittorie in tre gare e Franco Morbidelli può già staccare un ticket per la corsa al titolo iridato. Il 22enne romano, foiglio della VR46 Academy di Valentino Rossi, ha dato vita ad un exploit sorprendente in Moto2. E’ lui a tenere alto il tricolore italiano nel Motomondiale, in attesa che esca il “nome nuovo” anche in Moto3.

Frank Morbido non è mai passato per la serie cadetta. Alla sua quinta stagione in Moto2 è sempre andato in crescendo e le tre vittorie consecutive fanno già pensare al futuro. Ma per scaramanzia meglio non parlarne per adesso. Dopo la pole e il trionfo di Austin il primo ringraziamento va al Dottore. “È merito suo. Lavorare con lui al Ranch di Tavullia è fondamentale. Vale è il più forte di sempre: ho imparato moltissimo dai gesti, dai consigli. Avete presente un bimbo che vuole giocare a calcio e può allenarsi tutti i giorni con Messi?”.

Aumenta la fiducia con la Kalex del team Marc VDS, la stessa del suo compagno e rivale Alex Marquez. “Il campionato è lungo, ora andiamo in Europa: a Jerez gli altri hanno fatto molti test, vanno forte – ha detto Franco Morbidelli -. Però anche io me la cavo. E la concorrenza col mio compagno di squadra nel team Marc Vds mi fa bene. Di sicuro, non faccio l’abitudine alla vittoria”. Ma il pensiero vola alla MotoGP 2018? “È ancora presto, non ci penso. Preferisco concentrarmi sulla Moto2: è già difficile così, e c’è ancora tanto da imparare”.