Moto2, Morbidelli nella leggenda accanto a Kato

Franco Morbidelli e Daijiro Kato (©Getty Images)

Il tricolore, d’improvviso, si prende la scena del Motomondiale. Ad Austin in un solo attimo cancellati gli spagnoli, è merito di Valentino Rossi, che con il secondo posto di ieri si prende la vetta del mondiale. È merito di Roma Fenati che doma le curve del Texas, poi c’è lui, Franco Morbidelli e in Moto2 nemmeno più ti chiedi chi trionferà a fine gara.

Il pilota romano fa 3 su 3 nelle prime 3 gare del mondiale e gli elogi si sprecano. La storia dice che è dal 2001, che un pilota non vince le prime 3 nella categoria di mezzo del Motomondiale. All’epoca fu il compianto Kato, che in fila, di vittorie, ne mise addirittura 4.

Morbidelli orgoglioso di essere affiancato a Kato

La Moto2 negli ultimi anni ci ha sempre abituato a campionati molto equilibrati, ma con Franco Morbidelli sembra essere tutta un’altra storia. Già nel 2016, nella seconda parte di campionato aveva dimostrato di avere un passo da mondiale, ma ora è diverso, ora sembra essere nettamente una spanna sopra tutti gli altri e piovono così paragoni scomodi con quel Valentino Rossi che già se lo coccola.

Franco Morbidelli però è un ragazzo con i piedi per terra e lo dimostra anche nelle dichiarazioni rilasciate a “Sky Sport”: “Non è stato affatto semplice, per prima cosa sono contentissimo di sentire il mio nome accanto a quello di Daijiro Kato, fantastico, sono molto contento di questo risultato. La gara non è stata affatto facile, ho provato ad andare via all’inizio, sinceramente dopo ho perso un po’ la concentrazione”.

Infine, Franco Moribdelli ha analizzato la sua gara: “Ho visto che avevo solo mezzo secondo di vantaggio allora ho pensato che dovevo provare a respingere e infatti sono riuscito a riguadagnare un altro po’ e sono arrivato alla fine abbastanza bene”.

Antonio Russo