Cal Crutchlow: “Piloti Honda migliori di quelli Yamaha”

 

Cal Crutchlow (©Getty Images)

Cal Crutchlow mette a segno un altro buon piazzamento. Dopo l’ottimo 3° posto in Argentina, infatti, nella giornata di ieri è giunto al traguardo in 4° posizione ad Austin, superando nelle ultime tornate Zarco. Sinora il britannico sta disputando un gran bel campionato. L’inizio è decisamente migliore di quello 2016, in cui il pilota del Team LCR aveva messo insieme 2 ritiri e un 16° posto nelle prime tre gare. Crutchlow sinora si è dimostrato sempre tra i migliori piloti Honda, nonostante come tutti si è lamentato della nuova moto prodotta dal team giapponese.

Cal Crutchlow in ogni caso si è dichiarato soddisfatto dei risultati ottenuti: “Sono abbastanza contento, anche se sono un po’ deluso del fatto che non sono riuscito a giungere sul podio. La mia partenza era buona, poi c’era Zarco. La sua moto aveva tanto grip al posteriore. Ho perso troppo tempo dietro a Lorenzo e alla fine tra me e il gruppo dei migliori c’era troppo gap, ma mi sentivo abbastanza bene”.

Crutchlow crede che Marquez non abbia lottato davvero con Pedrosa

Cal Crutchlow si è detto anche soddisfatto della scelta sui pneumatici: “Così come Marc anche io ho optato per la gomma dura all’anteriore, che era ottima per frenare, ma a metà angolo, in curva non ha funzionato. In ogni caso sono molto soddisfatto di come stanno andando le cose. Partiamo da una buona posizione per le gare europee”.

Cal Crutchlow si è anche soffermato sullo stile di guida irruento di Zarco: “Zarco guida molto aggressivo, lui è così sin da subito e questo è un bene. Naturalmente la Moto2 è diversa dalla MotoGP. L’incidente con Rossi, ero preoccupato che si toccavano quando Rossi è tornato in pista. Zarco ha fatto una buona gara. La Yamaha andava molto meglio della Honda, ma i piloti Honda erano migliori di quelli Yamaha. Ad un certo punto ho pensato che potevamo portare 3 Honda sul podio, ma poi Valentino ha aumentato il ritmo, poi pensavo di poter afferrare Dani, ma sono rimasto 2 giri tappato dietro Zarco”.

Infine Cal Crutchlow ha parlato anche della lotta ad Austin tra il duo HRC: “Dani non ha combattuto per la vittoria, Marc ha atteso perché sapeva che Vinales era fuori. Potevo lottare per il secondo posto se giravo bene alla prima curva. Sono già caduto spesso nei turni di prova, quindi non volevo rischiare troppo”.

Antonio Russo