Austin, Valentino Rossi: “E’ accaduto qualcosa di importante”

 

Valentino Rossi chiude con un sorriso il venerdì di prove libere ad Austin. Rispetto al Qatar e al Texas è più vicino ai diretti avversari sin dal primo giorno, forte di una Yamaha che per la prima volta sembra adattarsi bene al COTA. Al mattino è ottavo con 1,3″ di distacco dal best lap di Vinales, al pomeriggio è quarto con un gap di 7 decimi da Marquez e 3 decimi dal compagno di box.

Dopo il buon inizio Valentino Rossi dovrà provare a conquistare un buon piazzamento nelle qualifiche del sabato. L’obiettivo è fare bottino di punti prima delle più favorevoli piste europee. “Questo è un passo avanti rispetto alle prime due gare. Di solito il venerdì era un disastro. Alla fine della seconda sessione ho guidato un buon giro con le gomme morbide e ho preso la quarta posizione. Nella gomma da gara dobbiamo però ancora migliorare – ha ammesso il Dottore -. Ho avuto alcuni problemi con i freni. La moto è difficile da fermare”.

Il tracciato texano si presenta molto dissestato e costellato di avvallamenti. Eppure la YZR-M1 sembra meglio adattarsi rispetto alla Honda RC213V. Rispetto a Losail e Rio Hondo la moto di Valentino Rossi ha migliorato l’equilibrio e c’è ancora margine di crescita. “In Sud America qualcosa di importante è successo, abbiamo capito meglio la moto. Ma il lavoro non finisce mai, perché Viñales ha un ritmo migliore di noi. Anche Márquez è molto più veloce di me. Inoltre, il nuovo pneumatico anteriore con la carcassa più morbida ora va bene. Tuttavia, sarebbe bene se si potesse anche testare la carcassa più rigida – ha concluso . Non solo per me, ma per tutti”.

Luigi Ciamburro