Wayne Rainey: “Marquez perfetto per Ducati, Rossi animale da gara”

Wayne Rainey e Max Biaggi (©Getty Images)

Wayne Rainey è un’assoluta leggenda, un pezzo importante della storia della Yamaha. Nella sua carriera, infatti, tutta trascorsa nel team di Iwata ha vinto 3 titoli mondiale Classe 500 e in tutto ha raccolto 24 successi e 65 podi. Uno come lui non può esimersi dal parlare della nuova coppia d’oro della squadra giapponese formata da Maverick Vinales e Valentino Rossi. Uno dei due domenica potrebbe tagliare l’interessante traguardo delle 500 vittorie nella storia Yamaha, una gemma importantissima nella carriera di entrambi i piloti.

Come riportato da “AS”, Wayne Rainey ha parlato soprattutto dell’astro nascente Maverick Vinales: “Non conoscevo molto Maverick prima che arrivasse in MotoGP, ma appena ha mosso i primi passi in Suzuki ho subito capito che era un talento speciale e l’anno scorso quando ha vinto la prima gara ha trovato la giusta fiducia di cui aveva bisogno. Ora in Yamaha sta andando davvero alla grande”.

Ci sono parole anche per un altro spagnolo, Jorge Lorenzo: “I piloti spagnoli sono molto forti in questo momento. Oltre Marc ormai al top c’è anche Maverick. Su Lorenzo è difficile dire quale sia la sua situazione attuale in Ducati, ma credo che abbia un buon feeling con la moto anche se non è riuscito ancora a dimostrarlo. Lorenzo è passato in Ducati per cercare una nuova sfida. Lui è molto tecnico, a mio parere somiglia molto a Cadalora, quando la moto era forte lui si sentiva forte e andava fortissimo”.

Rossi può tornare a vincere se gli altri sbagliano

Anche Rainey però pensa che si possa fare di più: “Tuttavia la moto perfetta il pilota la sente solo 2-3 volte durante l’anno, il resto deve fare lui la differenza. Lorenzo sembra avere un carattere forte. Stoner è andato molto bene in Ducati e credo che l’unico altro pilota in grado di guidarla alla grande sia Marquez. Il suo stile di guida è ottimo per la Rossa di Borgo Panigale”.

Poi si parla ancora una volta di Maverick Vinales: “Lui ha capito come sfruttare la Yamaha, è un pilota molto diverso da Marc Marquez. Lui dà l’impressione di essere un pilota che fa pochi errori, questo è davvero importante. Rossi pensa sempre alla domenica, i giovani hanno bisogno di andare forte per tutto il weekend, ma lui ha solo bisogno della gara. Se gli altri sbagliano Rossi può tornare a vincere il mondiale, ma è ancora presto per dirlo”.

Antonio Russo



Altre Notizie