Andrea Iannone, il 2017 deve iniziare da Austin

Andrea Iannone
Andrea Iannone (©Getty Images)

Un completo disastro l’inizio di campionato 2017 MotoGP per Andrea Iannone. Zero punti nelle prime due gare. Ritirato in Qatar a causa di una scivolata mentre era nelle prime posizioni; 16° in Argentina dopo essere pure stato penalizzato con ride through per una contestata partenza anticipata. Senza scordare il contatto con Jorge Lorenzo.

Non si aspettava certo di vincere, però l’inizio dell’avventura in Suzuki se l’era immaginata diversamente. Si sa che la GSX-RR ha del gap da colmare rispetto a Yamaha e Honda, però il potenziale sembrava buono. Sicuramente il pilota di Vasto avrebbe potuto fare di più. In Qatar soprattutto la sua ennesima scivolata è stata molto deludente. Da lui ci si aspetta sempre un salto di qualità e di maturità, che probabilmente non c’è ancora. Il suo talento non si discute, però sa lui stesso di poter fare molto meglio di così.

Ci sembra un po’ sciocco spiegare questo avvio di 2017 fallimentare di Iannone parlando di gossip, della sua vita privata e della sua relazione con Belen Rodriguez. Per qualcuno il primo commento da fare appena The Maniac sbaglia è “Colpa di Belen”. Ma a nostro avviso il pilota abruzzese è un serio professionista che deve solamente imparare a gestire determinati momenti. Ovviamente non avrà tempo in eterno, deve accelerare e rimediare in fretta. Ciò che avviene fuori dalla pista conta poco. Si tratta più di fattori tecnici e mentali.

Nel weekend la MotoGP approda ad Austin, dove nel 2016 Iannone salì sul podio (nel 2015 finì quinto). Terzo posto con la Ducati, dietro a Jorge Lorenzo e Marc Marquez. La Suzuki con Maverick Vinales e Aleix Espargaro si piazzò quarta e quinta. Ovviamente le cadute di Valentino Rossi, Dani Pedrosa e Andrea Dovizioso non si possono trascurare. Ad ogni modo, il potenziale del team Ecstar sulla pista del Texas potrebbe non essere male. Sicuramente lo capiremo meglio dalle prove libere. Però sarà importante che Iannone reagisca e tiri fuori il massimo da se stesso, oltre che dalla moto. Ci aspettiamo una grande prova da parte sua. Il Mondiale 2017 di The Maniac può partire da Austin.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)