Maurizio Arrivabene: “Segreto Ferrari? Coraggio, determinazione e follia”

Vettel e Raikkonen in Bahrain (©Getty Images)

La vittoria di Melbourne non è stata casuale. La Ferrari quest’anno è in splendida forma e può lottare per il titolo iridato. Una nota lieta non solo per i tanti ferraristi sparsi per il mondo, ma anche per gli appassionati di Formula 1 che possono tornare a vedere spettacolo in pista.

Due vittorie e un podio in tre gare per Sebastian Vettel sono un bel biglietto da visita in ottica iridata. Maurizio Arrivabene esalta il lavoro degli uomini di Maranello, in pista e al box. “Per tutto il week end la squadra ha dimostrato coraggio, determinazione e anche un pizzico di follia. Tutto questo fa parte del nostro DNA, dei principi che, settanta anni fa, hanno visto nascere la Ferrari”.

Le qualifiche avevano lasciato un po ‘di amarezza. La Mercedes sembrava tornata alla ribalta. Ma il team del Cavallino ci ha creduto fino in fondo. “Sebastian ha fatto una grandissima gara, mostrando ancora una volta tutta la sua classe – si legge in una nota -. Kimi è stato un po’ bloccato in partenza e non certo aiutato dall’intervento della safety car. La SF70H si è dimostrata forte anche in queste condizioni, su una pista che richiede soprattutto potenza e trazione… Adesso è già tempo di concentrarsi sulla prossima gara del mondiale, il GP di Russia a Sochi”.

Sergio Marchionne si dice certo di poter lottare per il Mondiale contro la Mercedes. “È naturalmente una grande soddisfazione tornare sul gradino più alto del podio con Sebastian. Ma è ancora più importante avere a questo punto la certezza che la vittoria di Melbourne non è stata un caso e che questo Mondiale ci vedrà protagonisti fino alla fine. Possiamo contare finalmente su una monoposto competitiva – ha detto il presidente Ferrari – ed è importante constatare la velocità con cui abbiamo apportato gli sviluppi necessari per ogni gara… Sappiamo però che il cammino è ancora lungo e se vogliamo arrivare al traguardo più importante non possiamo diminuire il nostro impegno e la concentrazione”.