Roberto Rolfo: “Esperienza di Rossi decisiva per il titolo”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Valentino Rossi è secondo nel campionato MotoGP 2017 e ciò è una sorpresa. Non lo sarebbe se pensiamo che è arrivato secondo nei tre Mondiali precedenti, ma lo è alla luce delle difficoltà avute tra test e prove libere in questo 2017.

Nelle gare il Dottore ci ha sempre messo del suo per fare la differenza. In Qatar è giunto terzo e in Argentina secondo, ottimi risultati. In classifica lo precede solamente il compagno Maverick Vinales, avanti di 14 punti. Un margine non elevato, considerando pure che siamo solo a inizio stagione. Ovviamente il nove volte campione del mondo dovrà presto capire come battere lo spagnolo. Se vuole il decimo titolo, è obbligato a trovare in fretta la soluzione.

Roberto Rolfo elogia Valentino Rossi

Roberto Rolfo ha 37 anni ed è un pilota che di esperienza ne ha fatta tra 250, Moto2, MotoGP e Superbike. Dal 2013 corre in Supersport e quest’anno ha vinto la gara di apertura del campionato sulla MV Agusta. In un’intervista concessa ai quotidiani locali del Gruppo Espresso ha parlato di Valentino Rossi, spendendo per lui parole di elogio: «È in forma splendida e, a suo tempo, ha fatto bene a tornare in Yamaha. Al di là del fatto che è un uomo simbolo della casa nipponica, è fondamentale stare il più possibile sulla stessa moto: la conoscenza dà costanza. E la sua esperienza potrebbe rivelarsi decisiva nella conquista del titolo, anche se Maverick Viñales sta andando davvero forte».

Inevitabile parlare anche di Maverick Vinales, finora dominatore della stagione MotoGP 2017 con due vittorie nelle prime due gare del campionato in sella alla Yamaha: «Me l’aspettavo subito a grandi livelli, ma che vincesse i primi due Gran premi è stata una rivelazione anche per me. Dalla sua ha una guida molto fluida, che rende tantissimo sulla Yamaha e che non mette neanche in grande difficoltà gli pneumatici. Per conquistare un Mondiale non basta essere solamente veloce, quindi aspettiamo le prossime gare, ma il suo approccio è stato da applausi».

I due piloti Yamaha sono in testa al campionato MotoGP adesso e chissà se saranno loro a contendersi il titolo. Ovviamente non bisogna sottovalutare Marc Marquez sulla Honda e neppure le Ducati, in particolare Andrea Dovizioso, dato che Jorge Lorenzo sta faticando. Può essere un’annata combattuta se Vinales trova almeno un avversario che può metterlo in difficoltà.