Johann Zarco: “Rossi e Vinales sono due computer”

Johann Zarco (©Getty Images)

La vera sorpresa del Campionato del Mondo di MotoGP è Johann Zarco, il rookie della Yamaha Tech3 che ha impressionato tutti nella prima gara in Qatar. Il due volte iridato di Moto2 da quest’anno è salito in sella alla Yamaha satellite trovandosi subito a proprio agio. A Losail ha governato la gara mettendosi tutti alle spalle, ma un errore gli è costato caro. A Rio Hondo ha guadagnato un prezioso quinto posto che promette bene.

Il pilota francese non ha il titolo nel mirino, ma di questo passo potrebbe puntare ad avere una moto migliore per provarci in futuro. All’età di 26 anni ha tutto il tempo per ambire ad un team ufficiale. “In Qatar molti sono rimasti sorpresi e pure io – ha ammesso in un’intervista a Crash.net -. Non ho intenzione di lottare quest’anno per il titolo, quindi questo inizio è molto positivo per acquistare fiducia. Ora so che è possibile e posso farlo. Questo mi dà un sacco di motivazione”.

Johann Zarco ha la possibilità di accedere ai dati di Maverick Vinales e Valentino Rossi. Magari sognando un giorno di prendere la sella del Dottore… “Posso confrontare il mio stile con il loro. E’ semplicemente fantastico vedere quanto sono bravi a gestire la moto. Penso che più si gira, tanto più si è in grado di gestire la moto come stanno facendo. Sono rimasto colpito perché sembrano due computer. Essi anticipano tutti i movimenti sulla moto. Anche cambiando posizione possono adattarsi bene. Ecco, questo è bello da vedere e il fatto che io posso correre e fare esperienza mi aiuta ad arrivare a questo punto”.

Dopo quanto vista in Qatar le aspettative potrebbero essere molto alte, ma il francese preferisce volare basso. “L’obiettivo principale è quello di essere il rookie dell’anno – ha chiarito Johann Zarco -. Ho bisogno di essere nella top ten per prendere questo obiettivo. Ma dopo questa prima gara, perché non essere tra i primi sei?”. L’appetito vien mangiando…