F1, Bernie Ecclestone: “Ferrari davanti? E’ ancora presto”

Bernie Ecclestone in Bahrain (©Getty Images)

Bernie Ecclestone è ritornato nel paddock della F1 in occasione del GP del Bahrain. Dopo aver saltato le prime due gare e dopo la vendita dei diritti a Liberty Media, l’ex patron si riaffaccia sul suo vecchio mondo invitato dal principe erede del Golfo Persico. “Le cose sono cambiate per tutti, ho cambiato la mia posizione, ma a parte questo tutto è ancora uguale”.

Vestito con una camicia bianca e il logo F1 ha visitato diversi team e risposto alle domande dei giornalisti. A cominciare dal nuovo duello Ferrari-Mercedes che sembra aver ridato splendore alla Formula 1. “E’ bello vedere la Ferrari davanti, va bene qualcosa di diverso. Speriamo che duri ma è ancora presto. Ho apprezzato di più le due gare quest’anno rispetto alla scorsa stagione. Mi piacerebbe vedere anche la Red Bull nella lotta”.

Mister Ecclestone si è detto contento per la partecipazione di Fernando Alonso alla 500 Miglia di Indianapolis. Ma ha aggiunto che se fosse possibile convincerebbe la scuderia britannica a cambiare idea. “Penso che se potessi convincere McLaren a non fargli correre l’Indy 500 l’avrei fatto. Avrei detto a Fernando di attendere di finire il contratto e poi fare quello che vuole.Ora è in piena stagione di Formula 1 e deve essere un pilota di Formula 1. Ma è un bene per Fernando andare a Indy. Non mi piace vederlo nela parte posteriore della griglia”.

Nelle ultime settimana girava voce che Bernie Ecclestone fosse interessato ad acquistare il circuito di Interlagos a San Paolo (Brasile). La risposta al diretto interessato sembra essere nì: “Tutto è possibile con me, ma ne dubito”. Un’ultima battuta sul nuovo proprietario Liberty Media. “Non mi sembra che stanno facendo le cose per denaro, che è buono. Mentre io – ha concluso l’ex boss della Formula 1 – lo facevo per soldi”.

L.C.