Jorge Lorenzo e Valentino Rossi (©Getty Images)

La MotoGP 2017 è partita con il botto per la Yamaha, con due vittorie su due, tutte a firma Maverick Vinales. Sinora però a stupire tutti è stato ancora una volta, se mai ce ne fosse stato bisogno, Valentino Rossi, che si è piazzato per ben due volte sul podio in questo primo scorcio di stagione. A deludere un po’ tutti è stato, invece, Jorge Lorenzo, che in sella alla Ducati ha sino ad ora totalizzato solo 5 punti. Lo spagnolo denota, infatti, ancora pesanti problemi di feeling con la sua nuova moto.

A parlare di questo rapporto difficile tra la Rossa di Borgo Panigale e Jorge Lorenzo è il giornalista Guido Meda a “Sky Sport 24”: “Sino ad ora Lorenzo non sta andando bene. Se lo spagnolo avesse guidato la Ducati che ha avuto Valentino Rossi sarebbe stato ancora peggio. Jorge è abituato a frenate dolci e a fare molta percorrenza. La Rossa di Borgo Panigale, invece, vuole frenate brusche e molto spigolose”.

Vinales è il nuovo Marc Marquez

Meda ha anche analizzato le possibili soluzioni ai problemi di Jorge Lorenzo: “Lui è uno ti quei tre-quattro piloti tra i migliori al mondo. Se cambia modo di guidare allora potrà domare la Ducati, ma gli serve un po’ di tempo. Maverick Vinales è il nuovo Marquez è questo è davvero un grosso problema per Marc. Lui lo soffre sicuramente. Valentino, invece, lo soffre di meno perché è strutturato diversamente”.

Infine, il giornalista di Sky ha anche analizzato la situazione in casa Yamaha: “L’armonia è buona al box e si vede anche dalle dichiarazioni. Io credo che sia più preoccupato Marquez di Vinales, che non Valentino Rossi”. Attualmente il Dottore dopo un 3° e un 2° posto sembra essere proprio la migliore alternativa a Vinales nella corsa al titolo mondiale MotoGP 2017.

Antonio Russo