Fernando Alonso: “Sogno di essere il miglior pilota”

Fernando Alonso (©Getty Images)

In una conferenza stampa in Bahrain Fernando Alonso ha spiegato i motivi della sua partecipazione alla prossima 500 Miglia di Indianapolis. “Per essere il miglior pilota del mondo e il più completo deve vincere le gare più belle”. Il pilota iberico ha bisogno di nuovi stimoli e assicura che saltare il GP di Montecarlo non influirà sulle decisioni future. A fine 2017 scade il contratto con McLaren e molti sono pronti a scommettere su un passaggio in Mercedes.

Ma la 500 Miglia di Indianapolis è una storia a parte. Del resto saltare un GP nelle attuali condizioni di scuderia non influirà molto sulla classifica. “Quando ero un ragazzino e anche prima, i migliori piloti del mondo gareggiavano nelle migliori auto e nelle gare più belle del mondo. Poi tutto è stato molto più professionalizzato, le squadre si sono specializzate nelle singole categorie, così i piloti, con le loro qualità e le tecniche di pilotaggio per ogni categoria”.

Il vero fuoriclasse deve eccellere su qualsiasi quattro ruote, essere campione a 360 gradi. “Si tratta di una sfida enorme – ha ammesso Fernando Alonso – cercare di vincere in una categoria così diversa, sull’ovale e a certe velocità, con le automobili così vicino, che rotolano sempre in scia”. La sfida richiede abilità e tecniche di guida molto differenti dalla Formula 1. In poche settimane dovrà prepararsi al meglio per competere e vincere.

Alonso non dice addio alla F.1

“Ogni pilota ha l’ambizione o il desiderio di essere il migliore del mondo. Per esserlo si devono vincere otto campionati del mondo, averne uno più di Michael (Schumacher), il che è piuttosto improbabile, soprattutto nel mio caso. Oppure si deve vincere il Rally Parigi-Dakar, la 24 Ore di le Mans, la 500 Miglia di Indianapolis… Uno per volta, prima cominciamo con la 500”.

Sarà un’atmosfera molto diversa dal Circus, anche nei rapporti con gli altri piloti. “Ho bisogno di aiuto, è tutto diverso – ha aggiunto Fernando Alonso -. Devo alzare il livello e cercare di essere in grado di funzionare sull’ovale, passando lungo le pareti e vincere le gare. Qui mai dire a un rivale i tuoi trucchi, però c’è un rapporto e rispetto molto più aperti. Penso che ognuno di noi ha un buon rapporto, anche a cena, tutti sono in camper, si fanno barbecue, quindi dovrò invitare qualcuno perché ho bisogno di aiuto. E il modo migliore è quello di invitarli a cena”.

Ma questa sorprendente decisione non influenzerà la sua carriera. Il pilota di Oviedo non ha nessuna intenzione di pensare all’addio alla F1.”Il capo mi ha detto che la McLaren è interessata a vincere la 500 Miglia di Indianapolis e Le Mans, perché hanno già vinto in passato”. Nè si tratta di un gesto di frustrazione per i cattivi risultati in pista. “Di certo non stiamo lottando per il campionato, che è quello che voglio, ma spero di essere più competitivo nel corso dell’anno. La stagione è molto lunga – ha concluso Fernando Alonso – e ho ancora la speranza di lottare per il podio quest’anno”.